A caccia del Red Bull Salisburgo, riparte la Bundesliga in Austria

A caccia del Red Bull Salisburgo, riparte la Bundesliga in Austria


Di:

2 Giugno 2020 Alle 10:33

Dopo l’assegnazione della Coppa d’Austria anche la Bundesliga può finalmente ricominciare e riparte dal momento fondamentale della sua stagione, la divisione tra Meistergruppe e Qualifikationsgruppe. Una divisione che è ormai giunta al suo secondo anno di vita e che permette di mescolare le carte avvicinando tutte le squadre, dato che verranno dimezzati a tutte i punti. La spettacolarità viene garantita e nella passata stagione fu un successo con scontri diretti continui sia per la vittoria che per la retrocessione. Inoltre il primo posto nel Qualifikationsgruppe permette di spareggiare contro la quinta del Meistergruppe per l’ultimo posto disponibile per l’Europa League, quindi tutti dovranno lottare fino all’ultimo, ma andiamo a vedere come cambia la Bundesliga.

Per il secondo anno consecutivo i derby di Vienna rimarranno soltanto due, perché se l’anno scorso fu il Rapid a chiudere al settimo posto in questa stagione disastrata è toccato all’Austria. Per i Viola può essere però l’unica soluzione per poter approdare in Europa anche se l’Altach, a pari punti con i viennesi dopo la clamorosa vittoria sul Red Bull Salisburgo, sarà avversario insidioso. Difficilmente queste due lotteranno per non retrocedere, ma per non arrivare ultimi ci sarà una grande lotta. Con il dimezzamento dei punti troviamo quattro squadre in un punto con Wattens e Admira ad avere un minimo vantaggio su Mattersburg e Sankt Pölten. Stabilire una sfavorita è difficile, anche se i Lupi bassoaustrisci hanno perso Balić nel mercato, ma questa lunga pausa è arrivata al momento giusto dopo un difficoltoso finale di girone unico. Chi invece ha visto bloccato un periodo positivo sono stati i tirolesi che erano in grande salute, ma tutto si deciderà probabilmente all’ultima giornata.

Nel Meistergruppe invece la situazione è più aperta ed emozionante che mai. Il Lask avrebbe dovuto iniziare il torneo finale da capolista, ma la dirigenza non ha rispettato le norme per il Coronavirus accelerando la ripresa degli allenamenti. Non sono bastate le scuse e le giustificazioni dei bianconeri e i sei punti di penalizzazione hanno riportato in vetta il solito Red Bull Salisburgo. I Tori Rossi stavano vivendo un 2020 a dir poco disastroso, iniziato con la sconfitta casalinga proprio nello scontro diretto con i bassoaustriaci. Il pareggio con l’Austria Vienna e la sconfitta con l’Altach erano stati parzialmente dimenticati con il successo sullo Sturm Graz, ma questa lunga pausa sarà servita a Marsch per riordinare le idee. Non sarà solo una sfida a due, perché la penalizzazione dei bianconeri rimette in corsa anche Rapid Vienna e Wolfsberger che si trovano rispettivamente a quattro e cinque punti di distanza dalla prima piazza e la gara d’esordio del Meistergruppe sarà proprio lo scontro diretto tra salisburghesi e viennesi. Attenzione poi ai carinziani che hanno dimostrato di perdere la concentrazione nelle partite considerate facili, ma adesso saranno solo scontri diretti e il capocannoniere Weissman non vede l’ora di aumentare il proprio bottino personale con gol pesanti. A chiudere il campionato delle magnifiche sei ci sono le due stiriane con umori opposti. Lo Sturm Graz si ritrova quinto dopo una Bundesliga sinusoidale, tra vittorie di prestigio seguiti da tonfi inspiegabili. El Maestro non è riuscito completamente a portare la sua filosofia di calcio e i bianconeri sono la squadra più indicata per affrontare la vincitrice del Qualifikationsgruppe, esattamente come un anno fa. Chi ha festeggiato la salvezza invece è stato l’Hartberg dell’ex Brescia Markus Schopp, grande rivelazione della stagione che dopo essersi salvata all’ultima giornata nel campionato 2018-19 può già gioire per il terzo campionato consecutivo in Bundesliga. In mezzo alle grandi città austriache il piccolo comune che ospita i biancoblu fa risultare grande anche un paese come Wolfsberg e fa impressione vedere come questa squadra sia riuscita a lasciarsi alle spalle una grande come l’Austria Vienna. Come fu per il Sankt Pölten nella passata stagione l’aver già raggiunto l’obbiettivo stagionale potrebbe rilassare molto la squadra che pare destinata a chiudere al sesto posto. Tutti alla caccia del Red Bull Salisburgo quindi, la volata finale in Austria sta per iniziare.



Source link

About The Author

Related posts