Beierlorzer e la nuova vita del Mainz

Beierlorzer e la nuova vita del Mainz


Il Mainz ottiene la seconda vittoria consecutiva sotto la gestione Beierlorzer e si allontana dalla zona retrocessione. Male l’Eintracht.

Di:

2 dicembre 2019 Alle 23:09

La vittoria sul campo dell’Hoffenheim non è stata frutto del caso; il Mainz si ripete contro l’Eintracht Francoforte e si prende una bella boccata d’ossigeno. Due vittorie consecutive e la sensazione di poter giocare un campionato diverso rispetto alle prime undici giornate dove la squadra era riuscita a vincere in sole tre occasioni. I tre punti di questa sera mostrano un aspetto importante dei ragazzi guidati da Beierlorzer (il tecnico si sta prendendo una bella rivincita personale dopo l’esperienza negativa sulla panchina del Colonia): i Nullfünfer hanno vinto in rimonta mostrando la voglia di lasciarsi alle spalle una prima parte di stagione piuttosto problematica.

Mainz, due vittorie per ripartire

Una vittoria importante, in rimonta, per ripartire; il Mainz si prende i tre punti contro un Eintracht reduce dal successo contro l’Arsenal. La squadra ha confermato quanto visto settimana scorsa: un 3-4-3 in grado di trasformarsi a seconda delle necessità di gioco e dell’avversario. Rispetto alla gestione Schwarz si nota un maggiore equilibrio e la capacità di saper gestire i momenti della gara; il Mainz soffre quando serve farlo ma sa anche prendere in mano il pallino del gioco specie con i due esterni e un Boetius in grado di ispirare l’azione offensiva. Da qui alla pausa invernale ci saranno quattro sfide in cui dare continuità di rendimento. L’inizio di Beierlorzer lascia sensazioni positive.

Eintracht, ora bisogna fare attenzione

Terza sconfitta consecutiva, quarta nelle ultime cinque, per l’Eintracht Francoforte che ora deve fare attenzione; il passo falso di questa sera è frutto di una disattenzione difensiva che ha portato Kohr a spendere un fallo da rosso. L’Eintracht, dopo l’espulsione, non è più riuscito a tenere il campo. Momento negativo per le Adler a cui serve un cambio di marcia per non rischiare di trovarsi in acque pericolose. La posizione di classifica di Kostic e compagni è esattamente tra l’Europa League e la zona retrocessione ma, ora come ora, meglio guardarsi le spalle.

 



Source link

About The Author

Related posts