In attesa della Fanza: Un piccolo Toro batte un pallido Bologna che spreca per ben due volte la palla del pari

In attesa della Fanza: Un piccolo Toro batte un pallido Bologna che spreca per ben due volte la palla del pari

Domenica 12 Gennaio, nello stadio Olimpico dedicato al Grande Torino, è andata in scena l’ultima partita del girone di andata del campionato di calcio serie A Tim 2019-2020.

Giornata fredda, pubblico granata ancora di più.

I tifosi poi contestano, soprattutto, la società e il presidente Cairo per i noti fatti avvenuti in Curva Primavera e per l’operato in sede di mercato, giudicato insufficiente a rinforzare adeguatamente la squadra, ma oltre il loro Presidente i tifosi granata contestano anche l’allenatore Mazzarri, reo anche lui di non aprire le porte degli allenamenti, di non dare un gioco più “offensivo” alla squadra e di utilizzare poco i giovani, specialmente quelli che provengono dal vivaio.

Nonostante questo, prima dalla partita gli stessi appendono un grande striscione all’esterno dello stadio dedicato al loro ex e nostro attuale allenatore, che recita così: “Sinisa uomo vero!”, per dimostragli che la loro stima per lui è immutata e anzi, con il passare del tempo, dopo la sue note vicende di salute, semmai si è rafforzata.

Prima di arrivare alla cronaca della partita, vorrei sottolineare anche il fatto che il terreno di gioco dello stadio Grande Torino si presenta in condizioni pessime, e questo problema penalizza di gran lunga tutti, sia i padroni di casa, che gli ospiti, nel nostro caso i ragazzi del Bologna, ma visto che al Filadelfia proprio non si può tornare a giocare, bisogna accontentarsi di quello che passa il convento, come si diceva un tempo in quel di Bologna.

A seguito della squadra tantissimi supporters bolognesi, come non si vedevano da anni, i punti in palio sono pesanti, purtroppo però alla fine li porta a casa un Toro davvero inguardabile.

Il Bologna crea come sempre tantissime occasioni da goal, ma poi non le concretizza, in particolare con Palacio a cui l’intera città deve essere più che grata per quello che ogni domenica regala alla causa, ma che questa volta sbaglia due goal clamorosi e prende un palo.

Al Toro, invece, serve solo un goal per portare a casa il bottino pieno, ma andiamo con ordine.

Dopo un primo periodo di studio da parte entrambe le formazioni, sono i granata al 10′ a colpire con l’acuto di Berenguer, servito dal “Gallo” Belotti che si era ben avvitato nell’area rossoblù.

Da qui in poi, la partita offensiva del Torino si spegne, se si esclude che al 39′ Verdi prende un palo clamoroso.

Per il resto è tutto di matrice bolognese, prima il palo al 54′ di Palacio, che di testa sfiora ma non affonda, poi lo stesso argentino, un minuto dopo servito da Soriano, si trova a battere un rigore in movimento che sbaglia clamorosamente.

Altra tegola arriva verso il 70′, Bani dopo aver contrastato un’azione del “Gallo” Belotti si infortuna e deve lasciare il terreno di gioco.

Brutta davvero brutta tegola se il giocatore ex Chievo dovesse saltare le prossime gare, visto che in quel reparto siamo da tempo già in forte emergenza.

Unica notizia lieta arriva al 80′ quando esordisce in maglia rossoblu il nuovo acquisto argentino Dominguez, che da subito mette in luce piedi educati e temperamento, sfornando un assist meraviglioso per il connazionale Palacio al 87′, che si ritrova solo davanti al portiere Sirigu, ma questo riesce a mettergli la museruola e a salvare ancora una volta la sua porta, sicuramente uno dei migliori in campo per i granata.

Nel recupero non succede nulla da segnalare e così si conclude la partita con tanti scontri fisici e anche un possibile rigore negato al nostro Bologna, ma per protesta non l’ho menzionato neppure, tanto in questa stagione sono adirato con le varie terne arbitrali e allo stesso tempo da molti mesi rassegnato al fatto che le trattenute in area, o le mani, o i contrasti vengono fischiati solo contro e non a favore.

Perdiamo così una grande occasione ricca per la classifica per allungare la striscia positiva e incamerare punti, il rammarico poi arriva nel momento in cui giochiamo con un Torino che paga l’impegno di Coppa e che, nel secondo tempo, è davvero sulle gambe e non produce un’azione che sia una, in pratica il Bologna passa la ripresa in area ma, come scrivo già da tempo, fare volume e non segnare nel calcio non serve a nulla, oggi è venuto a meno il solito Palacio e puntuale è arrivata la sconfitta immeritata, ma tanto questo è il calcio.

Speriamo davvero nel mercato di riparazione per affrontare con più serenità un giorno di ritorno migliore, visto che spesso in questa prima fase abbiamo regalato punti a molte formazioni.

Risultato e tabellino:

Torino Bologna 1-0

RETE: 10′ Berenguer

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Lukic, Meité, Aina; Verdi (60′ Laxalt), Berenguer (80′ Edera); Belotti. A disp. Ujkani, Rosati, Bonifazi, Millico, Bremer. All. Mazzarri.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani (70′ Skov Olsen), Mbaye; Schouten, Poli (80′ Dominguez); Orsolini (75′ Santander), Soriano, Sansone; Palacio. A disp. Da Costa, Sarr, Paz, Corvo, Dzemaili, Svanberg. All. Mihajlovic.

ARBITRO: Piccinini

AMMONITI: De Silvestri, Bani, Lukic, Sirigu

 

Danilo Billi

About The Author

Related posts