La curiosa colonia iraniana del campionato portoghese

La curiosa colonia iraniana del campionato portoghese


La colonia iraniana della Liga portoghese: tre calciatori dalla Persia arrivati nel campionato lusitano. Saranno uno dei temi della ripresa

Di:

27 Maggio 2020 Alle 11:00

Manca ormai solo una settimana al ritorno del campionato portoghese e il nostro percorso di avvicinamento al secondo via della Liga NOS fa tappa nella curiosa colonia iraniana che si è creata in questo torneo. Il mercato portoghese ha messo gli occhi sul mondo persiano, tanto che sembrano essere in arrivo anche altri colpi tra i nazionali iraniani per il futuro prossimo.

A sorprendere è che siano addirittura due gli iraniani nella Top 10 della classifica marcatori prima della sosta. In decima posizione c’è Mehrdad Mohammadi, una delle poche note positive della stagione disastrosa dell’Aves: 7 gol e 6 assist in 20 partite, entrato in più del 50% dei gol complessivi di una squadra che ha fatico molto a trovare la via del gol. Alla prima esperienza assoluta al di fuori della realtà iraniana se l’è cavata molto bene e probabilmente troverà un’altra squadra nel caso dovesse essere confermata la retrocessione dell’Aves. Gioca come prima punta, ma visto il fisico e l’agilità agisce bene anche in zone più esterne.

Poi c’è Mehdi Taremi, anche lui arrivato dall’Iran solamente la scorsa estate, ma dotato di grande talento. Carlos Carvalhal al Rio Ave ha fatto un lavoro incredibile sui singoli giocatori e Taremi è quello che ne ha beneficiato di più: 8 gol in campionato per questa punta fisica che sa farsi valere anche fuori dall’area di rigore, grazie a un interessante calcio dalla distanza. Il Rio Ave sogna addirittura un posto in Europa League grazie ai suoi gol.

E infine Amir Abedzadeh, il veterano della colonia iraniana di Portogallo. Attualmente sta disputando la quarta stagione in Liga NOS, tutte tra i pali del Marítimo, una delle due squadre principali di Madeira. In nazionale non è il portiere titolare, ma ha fatto il vice allo scorso Mondiale e ha trovato 3 presenze in carriera: chissà che l’aver trovato continuità in un campionato come quello portoghese non possa dargli anche i pali dell’Iran.

Il blocco iraniano termina con questi tre nomi, ma potrebbe ampliarsi in futuro. La Champions League asiatica è osservata con attenzione dagli scout del Portogallo, intenzionati a portare nel proprio campionato anche personaggi già maturi:in particolare il Sepaham è la squadra monitorata con più attenzione, visto che il portiere Payam, l’esperto centrocampista Rafiei e soprattutto la giovane promessa Mohebi sembrano avere prospettive per fare bene in un campionato europeo.



Source link

About The Author

Related posts