L’impatto di Bruno Fernandes nel mondo Red Devil

L’impatto di Bruno Fernandes nel mondo Red Devil


Bruno Fernandes è stato l’uomo giusto al momento giusto per i Red Devils. L’ex Sporting, che negli anni ha dimostrato grandi qualità di rifinitura e finalizzazione è diventato il nuovo idolo dei tifosi del Manchester United e non solo.

Tra Italia e Portogallo

Bruno Fernandes arriva dallo Sporting Lisbona, per 46 milioni di sterline a 25 anni.  Atterra in Inghilterra con un buon bagaglio di esperienze tra Portogallo e Italia. Dopo due stagioni tra amore e odio all’Alvalade, Fernandes fa il salto di qualità e si proietta verso una delle squadre più acclamate di tutto il mondo. A Manchester, sponda United, si porta tutte le sue qualità: vince nel mese del suo debutto il premio come miglior giocatore. Non succedeva dal 2015, quando al suo posto ci fu Martial. Nelle sue 5 gare disputate in Premier è stato coinvolto in 5 reti: 2 messe a segno e 3 assist. Il suo bottino con lo Sporting parla chiaro: in due stagioni ben 48 reti e 36 assist, numeri da capogiro che hanno portato la dirigenza dello United a puntare fortemente su di lui.

Il rispetto non si paga

Con dei numeri del genere tifosi e compagni non possono essere che felici del suo approdo in terra inglese. Il primo a spendere belle parole su di lui è stato proprio Solskjær che lo ha descritto come “uno alla vecchia maniera, amante del calcio”. Paul Ince addirittura, ex centrocampista dello United, lo ha definito come una “possibile figura di spessore all’interno dell’ambiente United al pari di Scholes e Cantona“. Non si parla di valore qualitativo ovviamente, ma il carattere che ha dimostrato di avere Fernandes è sicuramente un dato che fa ben sperare i tifosi Red Devils. Lo “Shhh” mimato a Guardiola al termine della gara contro il City, giocata da assoluto protagonista, lo ha proiettato ancora di più all’interno dell’ambiente euforico che si è venuto a creare tra i tifosi. Felicità ampiamente dimostrata dopo il match contro il Watford. I supporter del Manchester United infatti gli hanno dedicato un simpatico coro:

“Bruno, Bruno, Bruno, he came from Sporting like Cristiano, he goes left, he goes right, makes defenders look sh*te, he’s our Portuguese magnifico!”

Non appena ho sentito la notizia, le possibilità che esistevano, gli ho detto: ”Non scegliere il City, vai allo United!”. Queste le parole di Nani rilasciate in un intervista per Goal.com, le ennesime parole di supporto. Ferdinand, Ince, Ronaldo, Mc Tominay e Dalot: ex giocatori e non dello United che si sono espressi in maniera positiva sul talentuoso centrocampista portoghese. Bruno Fernandes ha dalla sua tifosi, giocatori e società, i presupposti migliori per creare una grande carriera all’interno dell’ambiente Red Devils. L’impatto che ha avuto per ora è stato molto positivo ma per trarre definitive conclusioni bisognerà aspettare la ripresa del calcio giocato in una difficile situazione come questa. Per ora Bruno Fernandes continua ad allenarsi in casa sua.





Source link

About The Author

Related posts