Un Bologna, finalmente corsaro, espugna il San Paolo!

Un Bologna, finalmente corsaro, espugna il San Paolo!

E’ stato sicuramente un pre partita, quello fra Napoli e Bologna, colmo di emozioni, a partire dagli allenamenti a Casteldebole diretti da Sinisa, comparso in pubblico nella toccante conferenza stampa di venerdì mattina, che ha sicuramente emozionato non solo Bologna ma tutto il mondo dello sport, e poi quelle parole dure verso i suoi mozzi, i suoi uomini che in campo, ultimamente, lo avevano deluso. Il Bologna approda in treno così alla trasferta contro una grande decaduta delle aspiranti allo scudetto di questa stagione, un Napoli che, solo dopo Liverpool, ha aperto una piccola breccia nuovamente nel cuore dei tifosi ed è tornato a dialogare con la proprietà, dopo che aveva disertato tempo fa volontariamente il ritiro imposto dalla società stessa.

Il Bologna, dopo aver assistito di persona alla conferenza stampa del suo mister e dopo 4 ko consecutivi in trasferta, doveva cercare di farsi perdonare tanto.

La partita per gli scommettitori aveva un solo risultato accreditabile, ovvero quella della vittoria del Napoli, magari anche con un paio di goal di scarto.

Ma a Bologna siamo stati abituati ad essere degli inguaribili romantici e se anche in settimana Bigon aveva frenato sulla trattativa di Ibra, affermando che si era trattato solo di voci mediatiche, i ragazzi iniziano una partita difficile, credendo nei propri mezzi, con il baricentro basso e pronti a ripartire ogni volta che il Napoli lascia aperto qualche corridoio in difesa. E’ indubbio che le differenza di talento in campo ci sono e si vedono, il Napoli gioca sul velluto e cerca sempre di fare sua la partita, aprendo le segnature, e dopo un lungo assedio sul fine del primo tempo arriva il goal. Al 41esimo minuto c’è una sortita di Insigne, che tira di destro e impegna Skorupski alla parata, arriva Llorente che non sbaglia e mette in rete il vantaggio del Napoli.

Il primo tempo si conclude con i partenopei che si mangiano almeno altre due occasioni per raddoppiare.

Il secondo tempo è tutta un’altra partita, i nostri ragazzi combattono pallone su pallone e appena possono cercano di imbastire qualche contropiede degno di questo nome. Così al 58esimo minuto ecco il tiro dalla sinistra di Sansone, Koulibaly toglie il pallone dalla testa di Palacio, Skov Olsen si trova sulla traiettoria e a porta vuota pareggia. Il primo goal con la maglia del Bologna del nostro attaccante laterale che, con la sua Nazionale ha sempre segnato, ma con il Bologna non aveva trovato il modo di mettersi in mostra. A questo punto, come sempre, il Bologna la butta sul carattere, il San Paolo abbassa i decibel e i pochi ma chiassosissimi ultras rossoblù fanno sentire tutto il loro apporto come se fossero 1000 leoni. Ora il giro palla del Napoli è sempre più difficile, con i ragazzi di Sinisa che sporcano tutte le linee e, oltre che difendersi, cercano sempre di accendere dei contropiedi, tanto che ribaltano la partita andando in vantaggio all’81esimo minuto. Maksimovic perde una palla sanguinosa sulla trequarti, il pallone finisce sui piedi di Dzemaili che trova Sansone (totalmente diverso da quello opaco visto nel primo tempo) in area di rigore, da solo davanti ad Ospina. L’attaccante felsineo non sbaglia, è il vantaggio più bello e dolce di questa notte di dicembre. Il Napoli ovviamente reagisce con i nervi e attacca a testa bassa, oramai è un’arena da battaglia, vengono concessi 5 minuti di recupero e il Napoli al 94esimo segna con LLorente ma, oltre ad un vistoso fallo su Danilo, l’attaccante partenopeo è nettamente in fuori gioco, si va così al Var, che evidenzia proprio la posizione irregolare e, dunque, viene annullato il goal del pareggio biancoazzurro, e così al 95esimo il San Paolo e tutta Bologna si tingono di rossoblù, per una festa incredibile, tanto che anche le 2 Torri a si illuminano dei nostri colori e sui social impazza la festa.

Napoli Bologna 1-2: risultato e tabellino

41′Llorente (N), 58′Skov Olsen, 81′Sansone

NAPOLI (4-4-2): Ospina, Maksimovic, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo; Fabian, Zielinski, Elmas (65′Mertens), Insigne; Lozano (82′Younes), Llorente. All. Ancelotti. A disp: Meret, Karnezis, Luperto, Mario Rui, Hysaj, Gaetano, Callejon, Mertens, Younes.

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Medel (62′Svanberg), Poli, Dzemaili; Orsolini (46′Skov Olsen), Sansone, Palacio (84′Destro). All. Tanjga. A disp: Corbo, Da Costa, Destro, Juwara, Krejci, Mbaye, Sarr M., Schouten, Skov Olsen, Svanberg.

Arbitro: Pasqua

Ammoniti: Medel (B), Koulibaly (N), Denswil (B), Dzemaili (B)

Danilo Billi
.

About The Author

Related posts