20° giornata LBA, Umana Reyer Venezia – Virtus Segafredo Bologna

20° giornata LBA, Umana Reyer Venezia – Virtus Segafredo Bologna


Bologna, 25 gennaio –

I numeri. All’andata finì con la vittoria della Segafredo per 75 – 70. 83 gare già giocate tra Venezia e Virtus Bologna, tutte disputate in regular season tranne una gara di Coppa Italia e due di Poule Scudetto. Nelle 40 gare giocate a Venezia il bilancio è di 28 vittorie per la squadra di casa e 12 per la Virtus. L’ultima vittoria della Virtus a Venezia è datata 12 Dicembre 1993: Acqua Lora Venezia-Buckler Bologna 71-102. Un solo precedente tra i due allenatori, quello giocato nella gara di andata e vinto da Djordjevic.

Qui Venezia. Le dichiarazioni di Coach De Raffaele alla vigilia del match: “la Virtus Bologna è la squadra che fino a questo momento ha controllato questa prima parte di stagione regolare, con grandissimo merito: dei giocatori, di coach Djordjevic e di tutta l’organizzazione. Quindi arriva la squadra che, senza ombra di dubbio, senza se e senza ma, ha dimostrato di essere la più forte. Credo che l’errore più grande che potremmo compiere è quello di considerare solo Teodosic e Markovic: per quanto io pensi che Teodosic giochi un campionato a parte, per qualità e per talento, veramente immenso e quindi sarà un piacere anche per chi verrà a vederlo, perché erano tanti anni che non si vedeva un giocatore di questa qualità in Italia. Ma la Virtus deve essere considerata nella completezza della sua squadra, perché giocatori come Ricci e Weems sono altrettanto chiave per questa squadra, credo che Gaines sia un giocatore con tanto talento in uscita dalla panchina e poi ci sono tanti altri giocatori di esperienza che possono mettere insieme una grande prestazione“. Le parole di Julyan Stone, playmaker dell’Umana, alla vigilia della partita di campionato: “Siamo eccitati all’idea di giocare una partita così attesa, contro una grande squadra, davanti ai nostri tifosi. Ci sarà una grande atmosfera e in questi due giorni lavoreremo per farci trovare pronti. Non vediamo l’ora di scendere in campo. La vittoria a Patrasso è molto importante per noi, perché oltre alla classifica ci permette di essere in striscia positiva di quattro gare. Stiamo costruendo il nostro percorso e il nostro essere squadra. La pallacanestro è fatta di “up & down” nel corso della stagione, noi abbiamo già affrontato momenti difficili all’inizio, ma ora ho la sensazione che stiamo trovando la nostra identità e la fiducia nel nostro modo di giocare. Constatare che in campo si iniziano a vedere i frutti del nostro duro lavoro settimanale è una sensazione che ci da fiducia. Milos Teodosic è un grande giocatore, abbiamo avuto modo di vederlo giocare in questa prima parte di stagione. Ma approccerò alla partita, e al match-up con Milos, come sempre. Ho avuto l’opportunità in carriera di affrontare le point-guard più forti del pianeta come Steph Curry e Derrick Rose, Teodosic è un giocatore con un talento incredibile, ma ancora, non cambierà il mio modo di giocare perché affronto tutte le partite con la stessa mentalità. Per noi sarà fondamentale giocare la nostra pallacanestro e avere totale fiducia in noi stessi. Dovremo rispettare il piano partita, giocare con il fuoco dentro e difendere forte. Avremo bisogno dell’energia dei nostri tifosi, sanno di poter essere determinanti come nei passati playoff in cui si sono dimostrati i migliori tifosi d’Italia”.

Il Roster.



Source link

About The Author

Related posts