9° giornata EuroCup, Virtus Segafredo Bologna – Promitheas Patrasso: 88 – 75

9° giornata EuroCup, Virtus Segafredo Bologna – Promitheas Patrasso: 88 – 75


Bologna, 11 dicembre –

Virtus Segafredo Bologna – Promitheas Patrasso: 88 – 75

(Q1 19 – 16 / Q2 44 – 35 / Q3 65 – 59)

Virtus Segafredo Bologna: Gaines 16; Pajola 6; Baldi Rossi 7; Markovic 2; Ricci 8; Delia 12; Cournooh 4; Hunter 5; Weems 14; Nikolic; Teodosic 8; Gamble 6
Coach: Djordjevic

Promitheas Patrasso: Babb 17; Lipovvy 3; Kafezas 0; Agravanis 4; Kaselakis 8; Kouropakis 0; Katsivelis 7; Fleier 20; Robinson 5; Ellis 5; Mantzoukas 4; Bazinas 2
Coach: Giatras

Arbitri: Ryzhik, Panther, Thepenier

 

Il primo tempo. Markovic, Gaines, Weems, Ricci e Gamble è il quintetto di partenza scelto da Coach Djordjevic per questa ultima partita casalinga del primo turno di EuroCup. Primo Break tutto di marca bianconera, la squadra gira alla perfezione e gli attacchi delle Vu Nere sortiscono gli effetti sperati; la difesa chiude ogni varco e non concede quasi nulla agli avversari, 9 – 0 Segafredo. Coach Giatras capisce il momento e chiama il primo time – out. Ancora Weems allunga ulteriormente il vantaggio trovando per ben 2 volte il canestro, dopo 5’ di partita il risultato è di 13 a 0. Il primo canestro greco è una bomba di Fieler che dopo 6’ e 29’’ sblocca il risultato per la squadra ellenica. Le Vu Nere si rilassano, Patrasso prende fiducia ed in pochi secondi accorcia lo svantaggio con Babb e Agravanis, vantaggio di +6 bianconero che impone però a Coach Djordjevic la chiamata del prim time-out. Teodosic trova i primi punti facendo 2/2 dalla lunetta. Pajola risponde alla bomba di Babb, mentre Katsivelis trova gli ultimi 3 punti dall’arco proprio sulla sirena. 19 a 16 per la Segafredo dopo i primi 10’minuti, che ora deve difendersi dal tentativo di rimonta della squadra greca.  Secondo quarto che si apre prima con l’asse Hunter Teodosic che regala spettacolo, e poi con i 3 punti di Cournooh, che trova l’irregolarità e segna il libero a disposizione, 25 a 16 per la Segafredo. Baldi Rossi e ancora Hunter allungano ulteriormente il vantaggio bianconero, +11 al 13’ di gara. Il pubblico di casa rumoreggia a causa di alcune decisioni arbitrali poco condivise dai supporter bianconeri. Baldi Rossi concretizza il gioco da 3 punti e viene inneggiato dalla Curva, mentre Patrasso non riesce a chiudere i giochi in attacco. 37 a 29 il parziale in favore delle Vu Nere quando mancano 3’ all’intervallo lungo. Il vantaggio della Segafredo si stabilizza su una decina di punti,  ospiti che praticamente tirano solo da tre. 44-35 sirena e squadre che vanno negli spogliatoi.

Il secondo tempo. Nel secondo quarto c’è spazio anche per Delia; pronti, via e il numero 16 piazza subito canestri importanti. Patrasso non ci sta e Lypovvy risponde all’argentino mentre Weems segna il canestro del 51 a 46 per le Vu Nere; Fieler trova la bomba dall’arco e Katsivelis trova il pareggio momentaneo appoggiando con una mano la palla al ferro. Ricci e Gaines spingono sull’acceleratore, break di 5-0 e Patrasso chiama il time-out, 27’di gara sul punteggio di 56 a 51 per i bianconeri. I padroni di casa attaccano, mentre in difesa faticano a contenere gli attacchi di Patrasso, dai liberi Ellis non sbaglia, fa 2/2 e accorcia lo svantaggio ad 1’dalla fine del terzo quarto. Teodosic lancia Baldi Rossi in contropiede, tutto solo il numero 8 schiaccia la palla in rete; Pajola riceve palla oltre l’arco in posizione defilata e trova i 3 punti. La fine è ancora di marca greca perchè Mantzoukas accorcia lo svantaggio segnando proprio sulla sirena. Terzo quarto che termina con il risultato di 65 a 59 per la Virtus. Ultimo atto di partita che si apre con Teodosic che da solo recupera il pallone in difesa e sempre da solo sfida tutta la difesa avversaria, entra nel pitturato e segna il canestro del 69 a 62. Ellis sbaglia clamorosamente una schiacciata, Gaines riparte ma viene fermato irregolarmente, sulla lunetta la guardia americana non sbaglia e fa 2/2, vantaggio di +9. Teodosic non si accontenta e piazza la tripla del + 12, tutto il PalaDozza canta e incita le V Nere, mentre Coach Giatras è costretto a chiamare il time out. A 5’dalla fine la partita appare saldamente nelle mani della Segafredo, che manovra e gestisce bene i possessi a sua disposizione, Gaines è una spina nel fianco nella difesa greca, dai liberi non sbaglia e fa 2/2 in tre azioni consecutive, 80 a 67 il parziale al 36’ di gara. Delia su assist vincente di Teodosic segna e va in doppia cifra, mentre Patrasso prova a rimontare lo svantaggio sfruttando i tiri liberi; la Virtus torna a +9 dopo che Patrasso segna con una bella azione tutta di forza. Coach Djordjevic chiama il Time – out. Teodosic fa sulla lunetta quando mancano poco meno di 3′ alla fine, e riporta le Vu Nere sul +10; Ricci trova tre punti ai quali risponde Mantzoukas con un’altra bomba, 86 a 75. Nell’ultimo minuto c’è spazio anche per Nikolic. Finisce 88 – 75 per le Vu Nere che ribaltano la differenza canestri e si portano soli al comando del girone A di EuroCup.

 

 



Source link

About The Author

Related posts