Blackburn Rovers: venticinque anni da un trionfo storico

Blackburn Rovers: venticinque anni da un trionfo storico


Di:

17 Maggio 2020 Alle 19:59

Per tutti gli appassionati di calcio inglese, e non solo,  sono ancora freschi i ricordi della favola legata al Leicester City di Claudio Ranieri, capace di conquistare la Premier League 2015/2016, ma prima delle Foxes, il massimo campionato inglese, ha visto il trionfo di un altro club tra i meno accreditati alla vittoria finale: il Blackburn Rovers.

Il club del Lancashire, tra i fondatori nel 1888 della Football League, ha messo in bacheca due titoli nazionali, 6 Fa Cup, una coppa di lega e una Community Shield, ma a fine anni 80, non se la passava certo bene, soprattutto dal punto di vista economico. Fu a quel punto che entrò in scena l’uomo del destino a Ewood Park, ovvero il re dell’acciaio Jack Walker, nativo proprio di Blackburn e da sempre tifoso dei Rovers. Dopo il diciannovesimo posto in Second Division al termine della stagione 90/91, Walker può finalmente costruire la squadra alla sua maniera, grazie ai suoi fondi quasi illimitati. Arriva così, nel 91-92, la promozione nella massima serie dopo 26 anni di attesa, ma l’ascesa del Blackburn non sembra finire qui. Un passaggio fondamentale è sicuramente rappresentato dal’arrivo di due personaggi chiave come Sir Kenny Dalglish e Alan Shearer. Il primo, figura storica del Liverpool, prima da giocatore poi da allenatore, il secondo, giovane di belle speranze prelevato dal Southampton dove aveva già fatto vedere le sue potenzialità. La prima stagione in Premiership si conclude con un sorprendente quarto posto, un risultato che spinge il patron Walker a rafforzare ulteriormente la squadra, capace di arrivare seconda alle spalle dell’imprendibile Manchester United di Sir Alex Ferguson nella stagione 93/94. Un risultato inaspettato, di tutto rispetto per una squadra appena tornata nella massima serie, un risultato che però non soddisfa l’ambizioso proprietario dei Rovers che si lascia andare a una dichiarazione apparentemente spregiudicata: “vinceremo il prossimo anno”.

Le parole di Walker, diventano incredibilmente realtà il 14 maggio 1995, quando al termine di una giornata ricca di colpi di scena, il Blackburn Rovers si laurea per la terza volta campione d’Inghilterra dopo 81 anni, nonostante la sconfitta ad Anfield Road, con il Manchester United fermato dalle parate di Ludek Miklosko, portiere del West Ham, diventato anche lui, a suo modo, un eroe per il popolo Rovers. La classifica finale dice: Blackburn 89, Manchester United 88. Kenny Dalglish che aveva perso proprio con i Reds il titolo più o meno con le stesse modalità a vantaggio dell’Arsenal, è comprensibilmente tra i più felici e sollevati dopo il trionfo, un trionfo arrivato anche grazie alla valanga di gol di Alan Shearer, vincitore della classifica marcatori con 34 reti. Il bomber inglese ha dato un contributo decisivo con le sue reti, ma non vanno dimenticati, tra gli altri, elementi come Colin Hendry, Graeme Le Saux, Tim Flowers, Henning Berg, Chris Sutton, e capitan Tim Sherwood. L’euforia collettiva di quell’estate portò ancora una volta Jack Walker a rilasciare una dichiarazione che col tempo si rivelò non particolarmente indovinata: “Zidane? in quel ruolo abbiamo già Tim Sherwood”. Dalglish aveva infatti visionato diverse volte il giocatore all’epoca in forza al Bordeaux, ma la sua richiesta fu rispedita al mittente dalle parole di Walker. Il proprietario dei Rovers è scomparso per una grave malattia nel 2000, ma il suo ricordo continuerà a vivere a Ewood Park, anche grazie alla statua posizionata di fronte allo stadio in suo onore.

 



Source link

About The Author

Related posts