Bundesliga 19/20, punto di metà stagione: il Mainz

Bundesliga 19/20, punto di metà stagione: il Mainz


Il Mainz, nonostante il cambio di allenatore, non sembra aver trovato il click necessario per uscire definitivamente dalla zona retrocessione.

Di:

3 Gennaio 2020 Alle 12:00

La squadra incapace di pareggiare; il Mainz, al termine del girone di andata, non ha ancora fatto registrare il segno X sulla classifica. Sei vittorie e undici sconfitte per i ragazzi di Beierlorzer (subentrato a Schwarz) che hanno bisogno di questa sosta per definire la strada da percorrere in vista di un traguardo, la salvezza, complicata da raggiungere visto i troppi alti e bassi di Boetius e compagni. Quello di cui il Mainz ha più bisogno è il giusto equilibrio tra prestazioni ottime (Hoffenheim) e giornate in cui anche il più semplice passaggio diventa complicato come accaduto contro il Dortmund. Al rientro dalla pausa bisognerà partire con il piede giusto per dare un segnale forte alle principali pretendenti alla salvezza.

Mainz, la strada non è semplice

La sconfitta contro il Leverkusen, nonostante la superiorità numerica dal settantesimo, dimostra come il Mainz non sia riuscito a superare le difficoltà avute nella prime parte di stagione. Tre sconfitte pesanti dal punto di vista del punteggio e una fase offensiva che fatica nel trovare la giusta continuità di rendimento. Il quadrilatero Quaison-Boetius-Oztunali-Szalai deve alzare il livello perché dalle loro giocate passa la salvezza del Mainz; se l’attacco ha bisogno di un rendimento più importante, quella a registrare è la fase difensiva. Trentanove goal subiti (solo il Werder Brema ha fatto peggio) per un reparto che avrebbe bisogno di almeno due innesti: un centrale esperto in grado di garantire quella sicurezza poche volte avuta con Hack e Niakhate e un terzino capace di giocare su entrambe le corsie. Operazioni da portare a termine per restare in Bundesliga

Un grande problema per i ragazzi di Nullfünfer, al ritorno dalla pausa, è il calendario; Friburgo, Borussia Monchengladbach, Bayern Monaco, Hertha Berlino e Schalke. Tolta la sfida con i ragazzi di Klinsmann, si tratta di avversari con obiettivi ben diversi. Tra gennaio e febbraio si deciderà molto del futuro del Mainz alla ricerca dell’equilibrio giusto per raggiungere la salvezza.



Source link

About The Author

Related posts