Bundesliga 19/20, punto di metà stagione: l’Union Berlino

Bundesliga 19/20, punto di metà stagione: l’Union Berlino


L’Union Berlino sta disputando un buon campionato. Al ritorno dalla pausa vietato abbassare la guardia se si vuole raggiungere la salvezza.

Di:

6 Gennaio 2020 Alle 12:00

L’Union Berlino, dopo la promozione ottenuta grazie al terzo posto della passata stagione, vuole compiere un’altra impresa con il raggiungimento della salvezza. Obiettivo possibile nonostante sia arrivata una sola vittoria nelle ultime cinque giornate e il calendario, al ritorno dalla sosta, preveda sfide per nulla semplici contro Lipsia, Augsburg e Borussia Dortmund. Impegni da affrontare con la giusta cattiveria per conquistare, fin da subito, punti importanti in vista della permanenza in Bundesliga.

Union Berlino, la salvezza passa da casa

Il girone di andata ci ha lasciato un messaggio preciso: la salvezza dell’Union Berlino passa dall’An der Alten Försterei; i ragazzi di Fischer, davanti al proprio pubblico, hanno conquistato quindici dei venti punti totali con vittime illustri come i due Borussia ma soprattutto l’Hertha in un derby vinto all’ultimo respiro. La prima sfida casalinga del nuovo anno, contro l’Augsburg, sarà fondamentale per il futuro di una squadra che non ha nessuna intenzione di lasciare la massima serie tedesca.

Come gioca l’Union Berlino? Fischer ha vestito i suoi ragazzi con un 3-4-2-1 molto camaleontico. Fondamentali i due esterni a cui viene chiesto un gran lavoro; Trimmel e Lenz, infatti, devono fornire una costante spinta offensiva e aiutare la retroguardia guidata dall’esperienza di Subotic. La qualità è richiesta al tridente composto da Ingvartsen, Bulter e Andersson; quattordici goal in totale con lo svedese miglior marcatore grazie alle sue otto marcature. Tre che hanno nel contropiede una delle migliori armi.

Quali sono i problemi dell’Union Berlino? Il primo riguarda la poca esperienza della squadra in Bundesliga; un fattore che potrebbe essere determinante nei mesi cruciali della stagione quando i punti peseranno tantissimo. Il secondo deficit riguarda la panchina. Fischer, nel girone di andata, ha utilizzato quasi sempre gli stessi undici operando pochi cambi. L’ultimo problema è un rendimento esterno che ha portato una sola vittoria; serve cambiare marcia per una salvezza complicata ma non impossibile.



Source link

About The Author

Related posts