Bundesliga, la partita da non perdere: Werder-Colonia

Bundesliga, la partita da non perdere: Werder-Colonia


Il Werder Brema non può sbagliare: deve vincere con il Colonia e sperare in un passo falso del Dusseldorf per evitare la retrocessione diretta.

Di:

26 Giugno 2020 Alle 10:00

E’ la partita della verità, quella da vincere a tutti i costi per non avere rimpianti (difficile visto quanto è successo durante la stagione). Il Werder Brema, dopo la pesante sconfitta sul campo del Mainz, non ha alternative: conquistare i tre punti con il Colonia e sperare in un passo falso del Dusseldorf. Combinazione che consentirebbe ai Grün-Weißen di giocare lo spareggio per la permanenza in Bundesliga; Klaassen e compagni si troveranno di fronte una squadra che non ha più nulla da chiedere al campionato ma con l’intenzione di finire la stagione con un successo visto il calo avuto nell’ultimo periodo.

Werder, vincere e sperare

Come si concluderà la stagione del Werder Brema? Con l’immediata retrocessione o con la speranza di ottenere la salvezza tramite lo spareggio? La risposta arriverà negli ultimi, drammatici, novanta minuti di una stagione complicata, con pochi alti e troppi bassi. I ragazzi di Kohfeldt devono tirare fuori l’orgoglio, la determinazione e la voglia di non mollare per costruirsi un’ultima possibilità. La vittoria, però, potrebbe non bastare dal momento che il destino dei biancoverdi è nelle mani del Dusseldorf impegnato sul campo dell’Union Berlino. Difficile che Hennings e compagni sbaglino contro una squadra già salva ma nel calcio mai dire mai; la cosa importante sarà l’approccio del Werder che dovrà essere, per forza di cose, diverso da quello messo in campo contro il Mainz. Iniziare la partita con l’intenzione di metterla immediatamente sui binari giusti ed evitare quei pericolosi cali di concentrazione che sono stati una pericolosa costante durante tutto il campionato.

In una partita così importante, con in palio l’obiettivo della salvezza, potrebbe risultare decisivo un giocatore come Claudio Pizarro. L’attaccante peruviano, prima di dire basta con il calcio giocato, farà di tutto per regalare al suo Werder la chance di ottenere la salvezza anche perché, nel linguaggio del classe 1978, la parola impossibile non esiste.



Source link

About The Author

Related posts