Championship: la top 10 dei giovani più promettenti

Championship: la top 10 dei giovani più promettenti


La Championship da sempre è un prezioso serbatoio in grado di proporre numerosi talenti soprattutto per la Premier League; anche nel campionato attuale, sono diversi i giocatori interessanti che potremmo presto vedere in palcoscenici prestigiosi. Tra i tanti, abbiamo deciso di sceglierne dieci sui quali scommettere fin da subito.

Ben White (Leeds United)

Ben White, classe 1997, difensore centrale inglese del Leeds United di Marcelo Bielsa, ma di proprietà del Brighton, è considerato da molti il più forte nel suo ruolo in Championship. Una delle doti principali di White è quella di leggere le situazioni con grande anticipo, oltre alle qualità nel palleggio e nell’impostazione dell’azione, caratteristiche ideali per il gioco dell’allenatore argentino. Nonostante un fisico non imponente, il suo posizionamento quasi sempre impeccabile gli permette di uscire vincitore dai duelli con gli attaccanti avversari. Tra i paragoni più frequenti ci sono quelli con Rio Ferdinand e John Stones, ma aldilà dei vari accostamenti con altri giocatori, l’unica certezza sembra essere il futuro roseo di Ben White, già seguito dai grandi club inglesi.

Kalvin Phillips (Leeds United)

Kalvin Phillips, classe 1995, centrocampista inglese del Leeds United, sua squadra del cuore essendo nato proprio nello Yorkshire. E’ letteralmente esploso con l’arrivo di “El Loco” a Elland Road che ha puntato senza indugi su di lui nel ruolo di centrale davanti alla difesa, dopo aver ricoperto ad inizio carriera, tutti i ruoli del centrocampo. “Yorkshire Pirlo“, questo il soprannome assegnatogli dai tifosi dei Whites, è in grado di svolgere egregiamente le due fasi, offensiva e difensiva, oltre a dimostrarsi un avversario ostico da superare, il più ostico in tutta la Championship secondo le statistiche. Le sue prestazioni non sono passate inosservate nemmeno per il ct della nazionale inglese Southgate che con tutta probabilità lo convocherà per i prossimi impegni con la maglia dei tre leoni.

Jayden Bogle (Derby County)

Jayden Bogle, classe 2000, terzino destro inglese del Derby County, è stato lanciato in prima squadra da Frank Lampard nella passata stagione, e nella stagione attuale, Philipp Cocu ha puntato decisamente sul ragazzo nato a Reading. Grande velocità e dribbling sono le caratteristiche di Bogle che spiccano principalmente, ma in questi due anni al Derby ha dimostrato notevoli qualità anche nella precisione dei passaggi. Perfetto in una difesa a 4, il terzino dei Rams, può essere impiegato anche come esterno di centrocampo, mentre deve ancora migliorare in fase difensiva dove spesso sbaglia per scarsa concentrazione e pigrizia, ma la giovane età è dalla sua parte.

Max Bird (Derby County)

Max Bird, classe 2000, centrocampista inglese del Derby County, fa parte dell’ultima nidiata dei Rams uscita direttamente dalla Moor Farm, ovvero l’Academy del Derby, e come successo per altri compagni, è arrivato in prima squadra grazie a Lampard che lo ha fatto esordire a 16 anni in Carabao Cup, In questa stagione ha giocato qualche match con le giovanili, ma la sua ascesa tra i grandi sembra arrivata all’apice, conquistando sempre più spazio nel centrocampo di Cocu. Bird è un mediano molto dinamico che ha nella corsa e nell’agonismo le doti principali del proprio gioco, che lo portano a svolgere il classico lavoro sporco in mezzo al campo, senza però rinunciare a impostare l’azione grazie alla sua abilità nelle letture e a una discreta tecnica. Il giovane talento dei Rams ha uno sponsor prestigioso che non ha esitato a fare il suo nome per una eventuale lista della spesa di un club di Premier, quello sponsor si chiama Wayne Rooney, compagno di squadra di Bird da gennaio. Il Chelsea, su richiesta di Lampard, ha messo gli occhi su di lui, sperando di poterlo ricongiungere agli amici ex Derby Mason Mount Fikajo Tomori.

Jude Bellingham (Birmingham City)

Jude Bellingham, classe 2003, centrocampista inglese del Birmingham City, è probabilmente il talento più in vista della Championship fin dal suo esordio nella passata stagione. Il prodotto delle giovanili dei Blues, ha dimostrato di dare il meglio nel ruolo di mezzala grazie alla sua capacità di inserimento, corsa e accelerazioni palla al piede. Ottimo anche in fase di contenimento, spiccano le sue doti nell’andare ad aggredire gli avversari nella loro metà campo, risultando, numeri alla mano, uno dei migliori giocatori della Championship nei tackle, dove raramente esce sconfitto. Nonostante sia un ottimo passatore, spesso la sua esuberanza lo porta a scegliere la soluzione personale piuttosto che l’assist per un compagno, ma il tempo limare alcuni aspetti non gli manca di certo. Mezza Europa lo segue, ma Borussia Dortmund e Manchester United sembrano aver conquistato la pole-position.

Conor Gallagher (Swansea City)

Conor Gallagher, classe 2000, centrocampista inglese dello Swansea City, ma di proprietà del Chelsea, è cresciuto a dieci minuti d’auto da Cobham, il centro tecnico del Chelsea, frequentato poi da Gallagher all’età di 8 anni. In questa stagione ha giocato con il neo promosso Charlton, prima che i Blues decidessero di richiamarlo a gennaio e di girarlo nuovamente in prestito in una squadra di Championship, questa volta allo Swansea. Gallagher è un centrocampista moderno che per sua stessa ammissione rende al meglio come centrocampista box-to-box, bravo soprattutto nell’attaccare e abile nel classico ultimo passaggio, anche se il suo ex allenatore Lee Bowyer lo vede pronto per tutti i ruoli del centrocampo. Il ragazzo nato a Epson, ha fatto tutta la trafila con le nazionali giovanili inglesi, conquistando i mondiali Under 17 con compagni del calibro di Jadon Sancho e Phil Foden. Le possibilità di vederlo tornare in estate alla casa madre sono tante, e la fiducia che ripone solitamente Frank Lampard nei giovani calciatori, può rivelarsi una garanzia di successo per il giovane Conor.

Bryan Mbeumo (Brentford)

Bryan Mbeumo, classe 1999, attaccante francese del Brentford, fa parte della famigerata “BMW“, non la casa automobilistica, ma il trio d’attacco letale del Brentford, ovvero Mbeumo, Watkins e Benrahma. Mbeumo è cresciuto nel Troyes, prima di intraprendere l’esperienza in Championship l’estate scorsa, agli ordini di Thomas Frank. Il francese nato ad Avallon, ama partire dall’esterno, dove può esaltare velocità e dribbling, due caratteristiche del giocatore già nel giro dell’Under 21 della Francia. Mancino, grande tiratore, in particolare sui calci piazzati, Mbeumo è spesso decisivo sulla trequarti grazie alle sue qualità tecniche che danno alle sue giocate una certa imprevedibilità.

Eberechi Eze (QPR)

Eberechi Eze, classe 1998, centrocampista inglese del Qpr, ha frequentato i settori giovanili di Arsenal e Millwall e Fulham, ma nessuno ha puntato su di lui. Questo non ha scoraggiato il ragazzino con cittadinanza nigeriana, tipo tosto che non si arrende facilmente, e così è arrivata l’occasione in Championship con gli Hoops che gli hanno permesso di esprimere al meglio il suo talento. In questa stagione ha messo insieme 12 gol e 8 assist, risultando di gran lunga il migliore dei suoi, nonostante la giovane età e la poca esperienza. Eze, può essere il classico numero dieci, un fantasista capace di mettere in porta un compagno e di muoversi egregiamente tra le linee, anche partendo dall’esterno come nel 4-2-3-1 di Warburton. Le azioni più pericolose degli Hoops partono spesso e volentieri dai suoi piedi, e il ragazzo non esita a chiedere la palla anche nelle situazioni più difficili per riceverla, facendo affidamento sulle sue abilità negli spazi stretti. Tottenham e Leicester City ci hanno fatto un pensierino e non è escluso che possano presto affondare il colpo.

Matty Cash (Nottingham Forest)

Matty Cash, classe 1997, esterno inglese del Nottingham Forest, è cresciuto nelle giovanili di Wycombe e Forest, e dopo una stagione in prestito, è tornato in pianta stabile a City Ground. Nelle ultime due stagioni il suo rendimento ha raggiunto livelli notevoli, attirando anche l’interesse del Milan nel gennaio scorso. Cash è il classico giocatore amato da ogni allenatore grazie alla sua duttilità, visto che può giocare terzino destro di difesa o come esterno di centrocampo essendo dotato di una buona corsa abbinata a qualità nei passaggi. In fase difensiva, è sempre sul pezzo, e raramente pecca di scarsa concentrazione. Oltre al club rossonero, diversi club di Premier hanno chiesto informazioni, con il West Ham tra le più serie candidate ad aggiudicarsi le prestazioni di Cash.

Nathan Ferguson (West Bromwich Albion)

Nathan Ferguson, classe 2000, difensore inglese del West Bromwich Albion, è uscito dal settore giovanile dei Baggies e con l’arrivo di Slaven Bilic al The Hawthorns ha guadagnato stabilmente un posto tra i titolari. Il ragazzino nato a Birmingham, nasce difensore centrale, ma si è ormai specializzato nel ruolo di terzino destro, dove può far risaltare soprattutto la sua rapidità nell’uno contro uno. Il fisico possente poi, gli permette di essere piuttosto efficace nei contrasti. Le prestazioni di Ferguson sono state eccellenti fino a gennaio, quando il Crystal Palace ha deciso di sborsare 11 milioni di sterline per acquistarlo, ma le visite mediche hanno fatto saltare l’affare, con il giocatore in scadenza di contratto a giugno 2020 e lontano dall’accordo per prolungare. Una situazione che ha portato il club delle Midlands a mettere praticamente fuori rosa Ferguson, in attesa della prossima campagna acquisti.



Source link

About The Author

Related posts