‘Choco’ Lozano, anima latina del Cadice 30 anni dopo El Mágico

‘Choco’ Lozano, anima latina del Cadice 30 anni dopo El Mágico


Anthony Lozano, attaccante honduregno del Cadice, è il protagonista della promozione in Liga. Gli andalusi sognano un nuovo Mágico González

Di:

14 Luglio 2020 Alle 17:30

Finora in Spagna è l’unica città dove si è festeggiato: Cadice, la squadra più a sud della prossima Liga, terra di mare e di festa, al punto che il presidente ha persino annunciato l’acquisto di Álvaro Negredo per la promozione nel massimo campionato. Ma c’è un altro attaccante protagonista di questa cavalcata, Anthony Lozano, o meglio Choco Lozano, arrivato finalmente alla sua consacrazione.

Quale miglior piazza di Cadice per un mesoamericano: lui viene dall’Honduras, ma negli anni ’80 un ragazzo di El Salvador fece impazzire la gente locale. Lo chiamavano El Mágico González, per molti è un’icona, per tutti è indiscutibilmente il giocatore salvadoregno più forte di tutti i tempi. Estro, talento e appunto magia, quei tocchi di pura classe che gli hanno cambiato per sempre il nome.

(Per chi non lo conoscesse alleghiamo qui un video che testimonia il suo mito)

Magico Gonzalez

El Magico Gonzalez al suo sessantesimo compleanno

Non è un caso che l’uomo della promozione sia arrivato proprio da quel continente, dopo un lungo girovagare alla ricerca di una squadra che valorizzasse il suo talento: è sempre stato un giovane da tenere sott’occhio, ma il passare degli anni non lo aveva visto fare quel salto di qualità necessario per imporsi a certi livelli.

È partito dalle strade di Yoro, la sua città natale in Honduas e lì ha imparato a giocare a calcio, fino a esordire in patria a 16 anni. Poi la Spagna e le grandi occasioni, persino il Barcellona che lo aveva tesserato per la squadra B dove era compagno di Cucurella, Puig e Aleñá. Nulla da fare, così come nella sua avventura al Girona, che quantomeno gli ha consentito di esordire in Liga: ha dovuto lasciare la Catalogna per atterrare in Andalusia, a Cadice, la terra calcistica dei mesoamericani.

La stagione della consacrazione è finalmente arrivata, con 9 gol e 1 assist decisivi per il ritorno in Liga della squadra dopo 14 anni.

choco lozano honduras

(Photo credit ORLANDO SIERRA/AFP via Getty Images)

Il soprannome di Choco lo si deve a suo fratello, anche lui chiamato così, tanto che da piccolo Anthony Lozano era semplicemente il Choquito. Ora è grande e maturo, ha 27 anni e può vivere la sua prima grande esperienza da protagonista in Europa, dopo aver fatto bene con la nazionale dell’Honduras.

Nonostante i divieti c’è stata una festa esagerata sulle vie di Cadice, per una promozione spettacolare in una Segunda davvero complicata per equilibrio e competitività. Risolta anche grazie a Lozano, il nuovo sogno Mágico del Cadice, a poche settimane di distanza dal trentesimo anno dall’addio della più grande leggenda della storia del club.



Source link

About The Author

Related posts