Due settimane al fischio d’inizio della Liga

Due settimane al fischio d’inizio della Liga


La Liga ripartirà tra 14 giorni. Tra dubbi di date e orari non ancora ufficiali, la Spagna freme per la ripresa con una giornata spettacolare.

Di:

29 Maggio 2020 Alle 11:55

14 giorni alla ripartenza ufficiale della Liga Santandér. Il campionato spagnolo, dopo quello tedesco, è stato il primo tra i maggiori tornei europei ad avere il via libera ufficiale per riprendere la stagione sospesa. Si attendono tuttavia ancora date e orari ufficiali perché la ripresa, ad oggi certa, dipende sempre dall’ok definitivo del governo (parte del calendario dovrebbe essere stilato tra lunedì e martedì prossimo).

La data più probabile per il secondo fischio d’inizio della Liga è quella di venerdì 12 giugno. Terminare alle 19:30 la gara interrotta anzitempo tra Rayo Vallecano e Albacete, per poi puntare i riflettori sul Gran Derbi tra Betis e Siviglia. È questa l’idea di ripresa spiegata da Javier Tebas, ma non è dato sapere in che ordine saranno giocate le gare successive. Seguendo le indiscrezioni, si giocherebbe in due fasce orarie nei turni infrasettimanali (19:30 e 21:30) e in tre fasce orarie nei weekend con partite che terminerebbero oltre la mezzanotte.

Il menu della 28a giornata

  • Doppio derby. Al Sanchez-Pizjuan si riparte con uno dei derby più caldi della Liga, quello tra Siviglia e Real Betis. I padroni di casa sono in piena corsa Champions League, mentre gli ospiti, fuori ormai da qualsiasi discorso legato all’Europa, vogliono dar seguito alla vittoria sul Real Madrid per chiudere al meglio la corrente stagione. Per l’altro derby ci spostiamo nel país valenciano: dopo lo spettacolo offerto nell’andata al Ciutat de Valencia (2-4 per i pipistrelli) le aspettative non possono che essere alte. Il Levante per una salvezza tranquilla e il Valencia per inserirsi sempre più nella corsa al quarto posto.

 

  • Real Madrid e Barça. Impegni abbordabili per le prime due delle classe, ma facciamo un passo indietro. Nella 26a giornata Vinicius proiettava il Real Madrid in vetta alla classifica dominando il Clasico del Bernabeu, mentre soltanto una settimana più tardi l’ex blaugrana Tello restituiva il primo posto al Barça gelando i blancos al Benito Villamarín. A dieci dalla fine Zidane accoglie in casa per l’ennesima volta Mendilibar, mentre Setién porta il Barcellona a Maiorca 8 anni dopo l’ultima volta.

 

  • Athletic-Atletico. Probabilmente la meno spettacolare, ma comunque la sfida più affascinante per tradizione e storia delle due squadre. Le compagini di Imanol e Simeone hanno dei punti in comune, e non dal punto di vista dello stile di gioco. Entrambe hanno deluso in Liga, ma sperano di salvare la stagione con le coppe. I baschi la Copa del Rey nella finale di una vita contro la Real Sociedad, mentre i colchoneros la Champions League dopo aver eliminato i campioni d’Europa del Liverpool e con l’incubo Real Madrid virtualmente fuori con il Manchester City.



Source link

About The Author

Related posts