I cinque centrocampisti più prolifici della storia del Manchester United

I cinque centrocampisti più prolifici della storia del Manchester United


Bruno Fernandes e la tradizione dei centrocampisti con il vizio del gol: chi sono i più prolifici della storia del Manchester United

Di:

30 Gennaio 2020 Alle 12:41

Il Manchester United infiamma le ultime ore di calciomercato con il colpo Bruno Fernandes. Il portoghese ha ceduto alla corte spietata degli inglesi che hanno visto in lui tutte le caratteristiche ideali per poter finalmente rinforzare il centrocampo, nota dolente nelle ultime stagioni anche a causa delle molte incomprensioni di Paul Pogba.

L’operazione ha toccato quota 80 milioni di euro, 55 fissi più 25 legati ai bonus (fra cui alcuni difficili da raggiungere come la conquista del Pallone d’Oro) e a Manchester tutti non aspettano altro che vedere il nuovo acquisto in campo: d’altronde Bruno Fernandes è un centrocampista abituato a regalare spettacolo ma soprattutto gol, visto che in questa prima metà della stagione trascorsa con la maglia dello Sporting Lisbona ha segnato 8 reti e servito 7 assist. Un biglietto da visita invidiabile che ha fatto scattare immediatamente i paragoni con i più grandi centrocampisti della storia del Manchester United. Ma quali sono stati più prolifici?

5) Roy Keane

Manchester United

Getty Images

Un nome pesantissimo che entra di diritto nella top 5 dei centrocampisti-goleador della gloriosa storia del Manchester United. L’irlandese nelle 469 presenze con la maglia dei Red Devils è riuscito a raggiungere quota 51 gol, praticamente uno segnato ogni 775 minuti. Paradossalmente, è anche il quinto giocatore della storia degli inglesi con più presenze in campo.

4) Sir Bobby Charlton

Getty Images

Il suo era un calcio di un’altra epoca: Sir Bobby Charlton trascorse ben 17 anni allo United tra il 1956 e il 1973, vincendo praticamente tutto ciò che era possibile a livello individuale e di club. Contrariamente agli altri, le sue presenze in campo furono “appena” 281, ma condite da 78 gol con una media 0.28 reti segnate a partita, la più alta rispetto a tutti gli altri centrocampisti.

3) David Beckham

Getty Images

Uno dei migliori tiratori di punizioni di sempre non poteva che essere in questa speciale classifica (soltanto Juninho Pernambucano ne ha segnate più di lui). E ovviamente ha lasciato il segno anche con il Manchester United: Beckham infatti nelle sue 387 presenze ha  segnato 85 reti, una ogni 374 minuti trascorsi in campo.

2) Paul Scholes

Getty Images

Un altro centrocampista di grande spessore che ha regalato praticamente tutta la sua vita allo United. The Silent Hero è un pezzo di storia della squadra sotto qualsiasi punti di vista, una delle più grandi bandiere che la storia del calcio abbia mai visto. Eppure è soltanto il secondo per numero di presenze e ricopre la stessa posizione per quanto riguarda i gol segnati: sono 152, suddivisi in 709 partite giocate.

1) Ryan Giggs 

Getty Images

Soltanto un giocatore così poteva essere in grado di superare la leggenda Scholes. Il gallese è primatista praticamente di tutto, grazie ai suoi 27 anni trascorsi al Manchester United, anche se per un breve periodo era stato accolto nell’altra Academy di Manchesyer, quella del City. Non soltanto è il primo per numero di presenze nella storia dello United, ma è anche il secondo giocatore ad aver disputato più partite in Premier League e uno dei pochi ad aver toccato quota 1000 presenze da professionista. Un curriculum così basterebbe per descrivere Giggs, ma non sarebbe completo senza i 161 gol regalati ai tifosi dei Red Devils, un traguardo che resterà intatto ancora per moltissimo tempo.



Source link

About The Author

Related posts