I migliori marcatori in Champions League del Milan

I migliori marcatori in Champions League del Milan


Da Inzaghi a Ibrahimovic passando per Kaká; andiamo a vedere quali sono i migliori marcatori in Champions League del Milan.

Negli ultimi anni il Milan non è riuscito ad onorare la propria tradizione a livello europeo; il club rossonero, a causa di scelte sbagliate sia a livello societario sia a livello di calciomercato, ha avuto più di qualche problema in campo internazionale. In attesa di tornare ai fasti di una volta andiamo a ricordare i cinque migliori marcatori nella massima competizione europea della storia del Milan e i nomi sono davvero importanti.

Milan, i cannonieri più prolifici in Champions League

Inzaghi e Shevchenko (29)

Al primo posto di questa speciale classifica troviamo Filippo Inzaghi e Andrij Shevchenko, due attaccanti che hanno fatto la storia del Milan a suon di goal. Il primo, giocatore fenomenale all’interno dell’area di rigore, aveva quel killer instinct letale per ogni difesa avversaria; abile sia nel giocare sul filo del fuorigioco sia nel farsi trovare sempre al momento giusto al posto giusto ha regalato immense soddisfazioni al club rossonero. Non da meno la storia che ha accompagnato l’attaccante ucraino nella sua avventura a San Siro; centravanti completo, sapeva abbinare abilità tecnica, forza fisico, ad un grande senso del goal. Due giocatori del genere al Milan attuale servirebbero come il pane.

Kaká (25)

Passiamo ora ad uno dei brasiliani, probabilmente, più forti negli ultimi vent’anni; stiamo parlando di Kaká, trequartista dalla tecnica immensa capace di regalare notti magiche al popolo rossonero (una delle più memorabili è stata, senza ombra di dubbio, quella di Old Trafford contro il Manchester United). Tecnico, veloce, abile nell’uno contro uno e perfetto sia nel rifinire per i propri compagni sia nel mettersi in proprio. Difficilmente il popolo di San Siro si dimenticherà di uno così.

Simone (14)

Arriviamo ora a Marco Simone, attaccante del Milan dal 1989 al 1997 e dal 2001 al 2002 anche se la seconda esperienza è stata meno fortunata della prima. Giocatore tecnico, bravo nello stretto e nel creare superiorità numerica poteva agire sia da prima sia da seconda punta anche se, alle spalle di un centravanti di riferimento, riusciva ad esprimere al meglio le sue caratteristiche.

Ibrahimovic (9)

Arriviamo ora all’unico giocatore, di questa classifica, ancora in attività: Zlatan Ibrahimovic che nell’ultima sessione invernale è tornato nel suo Milan. Attaccante straordinario, completo, in grado di fare tutto. Forte fisicamente, tecnico, abile nel gioco aereo e nel far salire la squadra, riesce ha segnare in qualsiasi modo e da qualsiasi posizione.

Seedorf (8)

All’ultimo posto troviamo Clarence Seedorf che, nonostante abbia segnato solo otto goal in Champions League, è stato fondamentale per la storia europea del Milan. Un vero e proprio tuttofare del centrocampo, prediligeva muoversi tra le linee in modo tale da sfruttare le sue qualità nell’uno contro uno e nel rifinire per l’attaccante. Tra i suoi punti forti aveva sicuramente il tiro da fuori.



Source link

About The Author

Related posts