Il ritorno di Werner e Kampl, le chiavi della valanga Lipsia

Il ritorno di Werner e Kampl, le chiavi della valanga Lipsia


Di:

24 Maggio 2020 Alle 18:25

13 gol in due partite. 8-0 all’andata, 5-0 al ritorno: fra Lipsia e Mainz, in questa stagione, non c’è mai stata storia, con Kampl e compagni che oggi non si sono fermati nemmeno dopo il quinto gol e che ha continuato a spingere in avanti con aggressività, qualità e freddezza.

Ed è stato soprattutto merito della freddezza di Timo Werner se il Lipsia è tornato alla vittoria con così tanti gol di scarto: nelle precedenti tre partite, infatti, erano mancate la sua velocità e la sua capacità di segnare da quasi ogni posizione e la squadra, pur giocando un bel calcio, non era riuscita a segnare più volte in una partita. Con la tripletta di oggi, inoltre, Werner è arrivato a quota 24 gol e ha battuto il suo precedente record di 21 in campionato, dimostrando ancora una volta di essere l’uomo chiave del Lipsia e uno degli attaccanti più forti d’Europa.

KAI PFAFFENBACH/POOL/AFP via Getty Images

Eppure quasi tutte le azioni del Lipsia sono prima passate dai piedi di Kevin Kampl, che in questa partita è letteralmente rinato dopo una stagione che ha passato quasi per intero lontano dai campi di calcio, a causa dei continui problemi fisici. Oggi lo sloveno ha mostrato quelle caratteristiche che nel corso della sua carriera non erano mai emerse: la costanza e l’intensità. Infatti Kampl, benché il suo talento sia sempre stato davanti agli occhi di tutti, è stato considerato un giocatore troppo incostante e indolente. Gli inizi in Germania erano stati difficili proprio a causa del suo atteggiamento svogliato, ma poi con la maglia del Salisburgo era arrivata la consacrazione che lo aveva portato a giocare per il Borussia Dortmund e il Bayer Leverkusen, con cui però non era riuscito ad affermarsi. Quando la sua carriera sembrava ormai destinata a una parabola discendente, ecco arrivare l’offerta del Lipsia, dove, con Ragnick prima e Nagelsmann poi, l’ex Salisburgo sembra aver finalmente trovato la sua dimensione di leader tecnico in una squadra di giovani talenti: un ruolo che lo ha responsabilizzato e portato a esprimere tutto il suo potenziale. Con il Mainz infatti abbiamo potuto ammirare un centrocampista concentrato durante tutta la partita, capace di recuperare un gran numero di palloni e allo stesso tempo di costruire molte azioni pericolose, realizzando l’assist per il secondo gol di Werner con un bell’esterno destro dopo un suo recupero palla da urlo.

Con un Kampl e un Werner in questa forma il Lipsia può quindi tornare a sognare la vittoria del Meisterschale, mentre il Mainz, che oggi praticamente non è mai sceso in campo, deve fare attenzione a non perdere il vantaggio di quattro punti sul Dusseldorf se vuole rimanere in Bundesliga.

Federico Zamboni



Source link

About The Author

Related posts