il ritorno, la promessa e il progetto promozione con il N.E.C.

il ritorno, la promessa e il progetto promozione con il N.E.C.


Barreto, dopo 13 anni di lontananza, onora la sua promessa e torna al N.E.C. nella Eerste Divisie: il tecnico punta su di lui per la promozione.

Di:

22 Luglio 2020 Alle 17:32

Il N.E.C. riesce a riportarlo a casa dopo 13 anni di assenza: Barreto, giocatore in forza alla Sampdoria, ha rescisso il suo contratto per onorare una vecchia promessa fatta ai tifosi di Nimega e per trascinare la formazione in Eredivisie, dopo qualche anno di troppo passato in Eerste Divisie. L’allenatore lo vuole al centro del progetto e proprio il suo interesse ha convinto il centrocampista ad accantonare le altre proposte arrivare al suo agente.

BARRETO TORNA CON L’OBIETTIVO DI RIVEDERE L’EREDIVISIE

Il N.E.C. fu la sua prima squadra, quella società che lo lanciò nel calcio professionistico prima della lunga permanenza nella nostra penisola. Edgar Barreto, dopo 13 anni, torna nella sua casa calcistica per onorare una promessa fatta ai tifosi: durante l’addio aveva detto chiaro e tondo che avrebbe rindossato quella maglia che tanto gli aveva dato come calciatore e come uomo.

Barreto

Fonte immagine: Paolo Rattini/Getty Images

In 3 stagioni ha collezionato 92 partite e 10 realizzazioni contribuendo costantemente alla permanenza del club in Eredivisie. Le sue ottime prestazioni hanno attirato l’attenzione di compagini europee, soprattutto dall’Italia con la Reggina che si aggiudicò il suo cartellino, sotto la guida di Ficcadenti. Da quel momento in poi il pellegrinaggio che ha coperto quasi tutta la nostra penisola: Atalanta, Palermo ed infine Sampdoria dove ha vissuto l’apice della sua carriera. 5 anni intensi a Genova con soddisfazioni e delusioni cocenti, come quelle dell’ultima stagione con uno scarso impiego, con la poca fiducia dell’allenatore Ranieri e una Serie B che ha condizionato (insieme al Coronavirus) l’annata blucerchiata.

Proprio per il mancato utilizzo, Barreto ha deciso di cambiare aria e ha iniziato a trattare con tante società che lo volevano al centro di qualche importante progetto. Il suo agente ha lavorato su diversi fronti, ma alla fine la volontà del giocatore ha prevalso su tutto, compresi i soldi: il ritorno al N.E.C. aveva la priorità assoluta. Una scelta di cuore con la società di Nimega che si trova in Eerste Divisie alla ricerca costante di una promozione che non viene centrata da due anni. L’obiettivo è semplice: la promozione nella massima serie olandese per tornare tra le grandi squadre dei Paesi Bassi. L’allenatore ha parlato direttamente con il ragazzo garantendogli un ruolo centrale ed indiscusso: un leader e una chioccia per i giovani talenti in cantiere. A Barreto è stato offerto un anno di contratto con l’opzione per il secondo con un successivo inserimento nello staff tecnico del N.E.C. che non vuole più abbandonarlo.

Il progetto ha convinto immediatamente il centrocampista come si evince dalle sue dichiarazioni: “Ultimamente ho pensato molto al mio futuro sportivo, mi sento ancora bene e ho voglia di continuare a giocare. Ho ricevuto diverse offerte, ma il piano del N.E.C. mi ha convito a pieno. L’allenatore ha in mente un ruolo da protagonista e voglio trasmettere la mia esperienza ai giovani. Il mio obiettivo? Quello di contribuire al ritorno del club in Eredivisie“. Parole che non lasciano dubbi dell’ottimo acquisto per la società di Nimega.



Source link

About The Author

Related posts