Il Siviglia impatta sul muro dell’Athletic: 1-1

Il Siviglia impatta sul muro dell’Athletic: 1-1


Siviglia e Atchletic Club si dividono la posta in palio al termine di una partita intensa che ha visto i baschi resistere all’assalto andaluso.

Di:

3 Gennaio 2020 Alle 23:27

Nella serata in cui viene celebrato l’immenso Jesus Navas (500 presenze con la stessa maglia) e il mai dimenticato Puerta, Siviglia e Athletic Club si dividono il bottino in palio al Sanchez Pizjuan: gli ospiti portano nei Paesi Baschi un punto prezioso grazie ad una prova difensiva corale meravigliosa che se non fosse stata per l’autogol di Unai Nunez sarebbe valsa i tre punti. Con questo pareggio gli andalusi restano in terza posizione ma rischiano di venir raggiunti dall’Atletico Madrid che sfiderà un ostico Levante; la formazione di Garitano raggiunge invece quota 29 e manca l’aggancio al Getafe che sarà impegnato sabato pomeriggio nel derby di Madrid contro il Real.

Jesus Navas è una leggenda del Siviglia

Si sono amati profondamente, persi e poi ritrovati dopo quattro anni: la storia d’amore tra il Siviglia è Jesus Navas oggi celebra le nozze d’oro, il laterale spagnolo è arrivato a quota 500 presenze con la maglia andalusa sulle spalle e ha tutte le intenzioni di continuare a farlo. Il legame tra questo giocatore e la sua terra è molto forte: quando c’era l’opportunità di lasciare Manchester lui ha fatto di tutto per tornare in Andalusia per vestire ancora quella maglia che gli riscalda il corazon. Un traguardo del genere si sogna da bambino e, soprattutto, fa sognare i tanti ragazzi presenti sugli spalti del Sanchez Pizjuan. Non importa se alla fine non è arrivato il successo, Navas ci ha provato in tutti i modi ad incanalare la partita sui binari giusti (tra le tante azioni degne di nota c’è un cross teso splendido che ha trovato uno sfortunato De Jong il quale ha colpito il palo) ma la resistenza basca è stata stupefacente: ora quasi due settimane di riposo in vista della prossima sfida, decisiva, contro il Real Madrid.

L’incredibile stagione di Ander Capa

Ogni anno sembra che l’Athletic Club sia pronto a scivolare nel baratro e puntualmente a fine stagione non solo non è retrocesso ma anzi è riuscito anche a stupire: la scorsa annata è stata particolarmente complicata questa invece sta dando grandi soddisfazioni agli uomini di Garitano, su tutti Ander Capa. Il terzino destro aveva disputato un ottima annata anche nel 2018/19 ma quest’anno si è confermato come uno degli esterni difensivi migliori della Liga e con il vizietto del gol: due centri in diciotto partite, il suo record personale è di tre in trentaquattro sfide, ampiamente alla portata. Dotato di un’ottima velocità ed una tecnica più che discreta, Capa incarna i valori del terzino moderno bravo sia in fase di spinta che di non possesso: su di lui sono arrivate le attenzioni dei migliori club di Spagna e non solo, il futuro riserva grandi cose per questo talentuosissimo ventisettenne che, nel pieno della sua maturità calcistica, è pronto ad una chiamata importante.

 



Source link

About The Author

Related posts