Janssen, l’olandese del Monterrey pronto a sfidare gli ex rivali del Liverpool

Janssen, l’olandese del Monterrey pronto a sfidare gli ex rivali del Liverpool


Vincent Janssen é pronto per sfidare nuovamente il Liverpool, dopo aver militato nel Tottenham: dopo il flop inglese, la rinascita in Messico.

Di:

18 Dicembre 2019 Alle 11:27

Il Mondiale per club giunge alle semifinali dove il Liverpool affronterà la formazione del Monterrey: tra le fila dei messicani, spicca la presenza di Vincent Janssen che, fino al 2018, ha indossato la casacca del Tottenham per 2 anni. L’attaccante non ha confermato il suo fiuto del gol messo in mostra con l’AZ Alkmaar, raggiungendo anche la testa della classifica marcatori. Un piccolo vantaggio per i rivali dei Reds che possono trarre informazioni importanti per battere Klopp e i suoi ragazzi.

JANSSEN, DALLA CONSACRAZIONE OLANDESE AL FLOP INGLESE FINO AL MONDIALE PER CLUB

La storia calcistica di Janssen é estremamente veloce dal suo esordio con Almere City in Eerste Divisie. Da quel momento in poi, l’attaccante avrà una scalata verticale fino ad arrivare a vestire la maglia del Tottenham guidato da Pochettino. Dopo le stagioni nella serie cadetta olandese, la punta entra nelle mire dell’AZ Alkmaar che lo acquista per soli 400 mila euro per schierarlo immediatamente titolare. La risposta, nel campionato 2015-2016 é incredibile con 34 presenze e ben 27 reti che gli regalano il titolo di capocannoniere della competizione.

Come spesso accade, il marcatore più prolifico dell’Eredivisie abbandona l’Olanda per poter approdare in tornei più prestigiosi: Janssen non fa eccezione e decide di volare in Premier con gli Spurs pronti a pagare ben 22 milioni la sua cessione. Peccato che in Inghilterra, Janssen, non riesca a replicare l’impresa portata a termine con l’AZ Alkmaar: il tecnico, dopo una breve fiducia inziale, decide di relegarlo in panchina, facendolo partire raramente da titolare. Alla fine disputerà solamente 28 gare in campionato siglando 2 marcature con sporadiche apparizioni in Champions e Europa League, anche queste senza mai superare l’estremo difensore avversario. L’anno successivo (2017-2018) prova a ritrovare se stesso con il prestito in Turchia al Fenerbahce, ma la sorte non sembra assisterlo: viene bocciato anche dai gialloblu siglando 4 centri in 16 partite.

Il Tottenham lo ritrova alla base, ma non vuole puntare su di lui: Pochettino lo utilizza in tre occasioni, ma ne rimane ancora deluso. Janssen vuole spazio, vuole giocare, ma non arrivano offerte interessanti dall’Europa che possano strapparlo alla formazione inglese che vuole monetizzare la sua cessione. Dopo un mese di trattative decide di abbandonare l’Inghilterra e volare in Messico per vestire la casacca del Monterrey per poter incidere come aveva già fatto in passato: circa 9 milioni il costo del trasferimento per uno stipendio di 2.5 milioni l’anno. Nel nuovo continente l’attaccante ha meno pressione e in 17 presenze ha messo in cassaforte 5 sigilli, trascinando la società alla vittoria nella CONCACAF Champions League battendo i rivali del Tigres guidati dalla vecchia gloria francese Gignac. Il successo gli ha permesso di approdare al Mondiale per club dove sfiderà, in semifinale, il Liverpool: a 25 anni, l’obiettivo é quello di riuscire a lasciare il segno per rilanciare una carriera che si é spenta con la stessa velocità con la quale è iniziata.



Source link

About The Author

Related posts