Liga, la partita da non perdere: Barcellona-Athletic

Liga, la partita da non perdere: Barcellona-Athletic


Il Barcellona vuole riprendersi il primato sul Real Madrid, ma deve passare da una delle squadre che all’andata l’ha battuta

Di:

22 Giugno 2020 Alle 15:30

Dopo il colpo,la reazione: il Barcellona a Siviglia ha perso punti e primato e la sua rincorsa a una Liga non più nelle proprie mani riparte dal big match contro l’Athletic. L’impegno però non può certo definirsi facile, non solo per l’enorme storia dietro a questa sfida tra due delle tre squadre mai retrocesse, ma anche per i contorni. Basti pensare alla gara d’andata, che fu quella inaugurale della Liga di quest’anno, decisa dalla splendida rovesciata di Aritz Aduriz.

Vero, la leggenda dell’Athletic ha già annunciato il suo ritiro dal calcio giocato e non potrà recitare la sua parte al Camp Nou, ma la grande prestazione della squadra di Garitano di un girone fa (di più considerato il calendario misto)è comunque testimone di una certa difficoltà del match per Setién e i suoi. Però non ci sono alternative alla vittoria, questo finale di campionato sarà un testa a testa col Real Madrid in cui i punti lasciati per strada dovranno necessariamente essere pochissimi, visto che c’è già chi pensa a una possibile serie da 12 vittorie di fila dei Blancos per riprendersi una Liga mai veramente loro nello scorso decennio.

Ecco perché questo Barcellona-Athletic è così importante, perché i punti contano adesso più che mai: il tempo degli esperimenti e delle rotazioni è terminato a Siviglia, ora serve la squadra definitiva che da qui dovrà tentare una lunga tirata fino ad agosto, quando ci sarà da giocare la Champions League. Lo spettro di una stagione senza alcun titolo supercoppe incluse può far rabbrividire un ambiente abituato a dominare il palcoscenico nazionale, e l’attenzione dovrà essere massima.

L’Athletic invece può già permettersi più lussi: vero, la rincorsa all’Europa League è ancora alla portata e con un grande sforzo si potrebbe anche centrare il settimo posto, ma è chiaro che al momento la via d’accesso all’Europa prediletta è quella di vincere la Copa del Rey. Perché è un titolo in bacheca e soprattutto perché sarà il vero festival del calcio basco, contro i nemici di sempre della Real Sociedad. Dovesse perdere a Barcellona l’Athletic sarebbe probabilmente escluso da una corsa ai primi sette posti, ma avrebbe comunque un’altra cartuccia da sparare, contorno che rende questa partita non così decisiva come lo sarà invece per il Barça.

Però c’è comunque la grande tradizione del calcio spagnolo in campo, un incontro che lascia passare in secondo piano anche il belllissimo Villarreal-Siviglia che aprirà la giornata di Liga con l’Europa in palio. C’è storia, spettacolo e grandi ricordi: basti pensare all’impressionante cavalcata di Messi o al gol da centrocampo di San José per rimanere in tempi recenti, e capire perché per partite del genere il calcio si mette l’abito da sera.





Source link

About The Author

Related posts