Liga, la partita da non perdere: Real Madrid-Valencia

Liga, la partita da non perdere: Real Madrid-Valencia


Subito in campo la Liga: nel turno infrasettimanale il piatto forte è nel posticipo. Real Madrid e Valencia si sfidano a Valdebebas

Di:

15 Giugno 2020 Alle 15:30

Dopo tre mesi di sosta la Liga è tornata con il carico: il calendario ha ancora in serbo match importantissimi dopo il ricco weekend iniziale, e in questo primo turno infrasettimanale arriva una delle sfide d’eccellenza del calcio spagnolo, quella tra Real Madrid e Valencia. Una partita dall’enorme storia e non solo perché si affrontano due delle tre squadre capaci di vincere più volte il campionato in questo nuovo millennio, ma anche perché nel curriculum di questa partita c’è anche una finale di Champions League, quella del 2000.

Altri tempi, ma il livello è comunque alto, così come l’urgenza di prendere punti in questo momento della stagione. Il Real sta vivendo un testa a testa incredibile con il Barcellona, differente rispetto ad altre stagioni visto che il punteggio è molto più basso e le difficoltà incontrate da entrambe sono state consistenti nel corso dei primi mesi, per quanto il ritorno in campo abbia dimostrato che sia la squadra di Setién che quella di Zidane hanno la potenzialità per non lasciare nulla per strada.

celades zidane real valencia

(Photo by GIUSEPPE CACACE / AFP)

Il Valencia invece arriva dopo il pareggio deludente nel derby con il Levante, che ha lasciato l’amaro in bocca non tanto per la prestazione, ma per il fatto di aver regalato un calcio di rigore all’ultimo secondo a partita praticamente vinta pochi minuti dopo essere passati in vantaggio. La corsa europea della squadra allenata da Celades (che con il Real Madrid ha anche un passato da calciatore) non è ancora terminata soprattutto per i risultati deludenti della concorrenza, ma è chiaro che urge una sterzata per cercare quantomeno di chiudere tra le prime sette del campionato e sperare nell’Europa League.

Real-Valencia, ex di lusso

(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Quest’anno le squadre si sono già affrontate due volte: nell’1-1 di Mestalla dell’andata ma soprattutto nella semifinale di Supercoppa Spagnola in Arabia Saudita, quando nel 3-1 del Real ci furono i gol degli ex più importanti della sfida. Dani Parejo da una parte e Isco dall’altra: il 10 del Valencia è ormai capitano e idolo assoluto di Mestalla, ma è un prodotto della cantera del Real con cui ha anche esordito in Liga; Isco invece pur essendo malagueño di nascita, è stato cresciuto dal Valencia tra giovanili ed esordi in prima squadra per tornare solo dopo un acquisto importante sul mercato a casa sua a Malaga. Sono sicuramente due volti osservati di questa sfida, uno perché è il trascinatore della squadra, l’altro perché dopo il mancato ingresso con l’Eibar è pronto a trovare ritmo e minuti per far capire ancora una volta perché nello spogliatoio lo chiamano Mágia.



Source link

About The Author

Related posts