Marsiglia nel caos: con la rivoluzione può partire anche Kamara

Marsiglia nel caos: con la rivoluzione può partire anche Kamara


Di:

19 Maggio 2020 Alle 18:00

L’Olympique Marsiglia è tra le squadre con il rendimento più positivo della stagione. Il secondo posto in campionato dietro gli alieni parigini ha ridato verve alla piazza con una qualificazione diretta in Champions che mancava da troppo. Finalmente si è rivista al Vélodrome una squadra che incarnava lo spirito cittadino e il temperamento dei suoi tifosi. Payet è stato ancora capo-popolo, Kamara ha dimostrato tutto il suo valore e Alvaro Gonzalez si è dimostrato uno dei difensori migliori del campionato. Non va tralasciato inoltre il buon impatto di Strootman e l’ottima stagione di Rongier e Benedetto, nonostante i suoi alti e bassi.

Ciononostante, il presidente Jacques-Henri Eyraud ha mostrato forti divergenze con il DS Andoni Zubizarreta al punto da costringere l’ex portiere del Barcelona a lasciare l’incarico intrapreso 4 anni fa. La mancanza di garanzie sugli investimenti da fare in estate per garantre all’OM una squadra che possa giocarsi le sue carte in Champions ha portato malumore. Lo stesso Villas-Boas, il cui trasferimento a Marsiglia è dipeso fortemente dalla presenza di Zubizarreta, ha rifiutato il prolungamento del contratto facendo intendere che non resterà sulla stessa panchina nella stagione 2020-21.

Si apre quindi un’estate di fuoco in cui verrà selezionato il prossimo allenatore prima di capire come si muoverà il mercato in entrata e in un’uscita. I nomi più forti per la panchina sono quelli di Vincenzo Montella e Christophe Galtier con il tecnico del Lille non del tutto convinto di lasciare il nord della Francia. Un nome a sorpresa potrebbe essere quello di Sven-Goran Eriksson la cui ultima avventura è da CT delle Filippine, ma il cui nome non solletica l’esigente pubblico del Vélodrome.

kamara

Ragionando in uscita, viene spontaneo fare il nome di Boubacar Kamara. Il classe ’99 desidera fortemente giocare la Champions e misurarsi con una realtà ambiziosa: la mancanza di acquisti adeguati potrebbe facilmente convincerlo a lasciare Marsiglia e a guardarsi attorno. Tra i giocatori più interessanti della Ligue 1 di quest’anno, Kamara ha pretendenti in Premier League e Bundesliga oltre al corteggiamento di Leonardo in casa PSG.

Restando in Francia, l’opzione PSG sarebbe molto interessante per Kamara. Non verrebbe gettato nella mischia di una squadra ancora da costruire, ma sarebbe dosato opportunamente così da permettergli una crescita graduale, ma un posto assicurato nelle rotazioni. Abile sia da difensore centrale che da mediano, sarebbe il perfetto alter-ego di Marquinhos, sempre più leader del reparto difensivo. Con il rinnovo di Thiago Silva in bilico e la necessità di avere alternative al pur ottimo Gueye, Kamara sarebbe il nome più accreditato a riguardo.

Kamara

Conosce bene il campionato francese e non necessiterà di alcun ambientamento iniziale oltre ad avere qualità di ottimo livello tanto in marcatura quanto in fase di possesso palla. Ha elevazione e un’ottima fluidità di corsa che lo rendono difficile da superare anche per i tanti velocisti del campionato.

Nel processo di crescita di un PSG volenteroso di acquistare calciatori funzionali all’idea di calcio di Tuchel abbandonando un certo tipo di spese fuori mercato, Kamara si inserirebbe perfettamente in squadra allungando la rosa in più settori. L’ostacolo maggiore ad oggi è il prezzo: nonostante il caos societario, sarà difficile che Eyraud faccia troppi sconti, conscio della grande concorrenza per il 20enne e allergico alla cessione di pedine fondamentali a una diretta concorrente.



Source link

About The Author

Related posts