Premier League, i cinque portieri meno battuti di sempre

Premier League, i cinque portieri meno battuti di sempre


In Premier League non ci sono solo grandi attaccanti ma anche eccezionali portieri; andiamo a vedere i numeri uno meno battuti del calcio inglese.

Il ruolo del portiere è tanto delicato quanto fondamentale; l’estremo difensore, infatti, rischia costantemente di macchiare una buona prestazione con un solo errore ma può anche essere l’eroe di un successo. In Premier League sono tanti i numeri uno in grado di chiudere la gara con il famoso clean sheet. Andiamo a vedere la top five dei portieri meno battuti nella storia del calcio inglese.

Premier League, i portieri con più clean sheet

5 – Nigel Martyn (Leeds United)

Ha giocato meno di quanto avrebbe potuto causa molti infortuni (motivo per cui dichiarò che non sarebbe diventato preparatore di portieri). Nonostante i problemi fisici è riuscito a diventare, nel suo piccolo, una vera e propria icona del Leeds United. Con il club, infatti, ha mantenuto la porta inviolata ben 141 volte.

4 – David Seaman (Arsenal)

Uno dei portieri, probabilmente, più forti nella storia del calcio inglese è David Seaman. La squadra in cui scritto le pagine più importanti della sua storia è l’Arsenal; con i Gunners, infatti, ha vinto ben dodici trofei tra cui tre Premier League e nel 1999 ha stabilito il record di diciassette goal subiti in trentotto giornate. Ha mantenuto la porta inviolata 144 volte.

3 – Mark Schwarzer (Middlesbrough)

Gli italiani lo ricordano per non aver parato il rigore di Francesco Totti agli ottavi di finale del Mondiale 2006 mentre in Inghilterra ha sicuramente lasciato un ricordo migliore. Con la maglia del Middlesbrough è stato protagonista per aver neutralizzato un penalty, all’ultima giornata della stagione 2004/2005, all’attaccante del City Robbie Fowler; salvataggio che permise alla sua squadra di qualificarsi per la coppa Uefa. Nel 2010 raggiunge la finale di Europa League contro l’Atletico Madrid; sfida in cui Schwarzer difendeva la porta del Fulham con cui ha mantenuto la porta inviolata 153 volte.

2 – David James (Liverpool)

Sembra strano vederlo in questa classifica visto che, a causa dei suoi errori, è stato soprannominato “Calamity James”. L’apparenza, però, inganna e infatti con la maglia del Liverpool  ha vinto una coppa di Lega inglese nel 1995 ed è riuscito a mantenere la porta inviolata ben 172 volte (sempre con i Reds). Nel 2010, precisamente il diciotto giugno contro l’Algeria, è diventato il portiere più anziano a esordire in un Mondiale con la maglia dell’Inghilterra.

1 – Petr Cech (Chelsea)

Arriviamo al portiere meno battuto di sempre in Premier League; Petr Cech che con la maglia del Chelsea ha tenuto la porta inviolata ben 207 volte. Estremo difensore forte sia sulle uscite basse sia su quelle alte, ha fatto la fortuna di Arsenal e Blues; in nazionale ha guidato la propria nazionale in quattro Europei e un Mondiale. Ha chiuso la carriera con ben diciotto titoli e la consapevolezza di essere stato il portiere con più clean sheet nella storia della Premier.



Source link

About The Author

Related posts