Scuola Calcio, in campo con gli allenatori

Scuola Calcio, in campo con gli allenatori


Terminata la pausa natalizia, e  quindi gli allenamenti a distanza tramite piattaforma Zoom, tutte le categorie della Scuola Calcio, dirette dal Responsabile Valerio Chiatti, sono tornate sui campi da gioco, precisamente al Centro Sportivo “Nettuno” e al Centro Sportivo “Pallavicini”. I protagonisti ovviamente sono i piccoli atleti, per i quali si sono espressi i rispettivi tecnici, a cui abbiamo chiesto come avessero svolto l’attività a distanza e la modalità di allenamento adottata in questi primi giorni del nuovo anno solare.

Categoria Esordienti 2009
Tecnici-educatori: Marco Bianchi, Cristina Cassanelli, Francesco Labellarte, Davide Zappaterra
«Da quando siamo tornati in campo, nei primi allenamenti abbiamo suddiviso i ragazzi come già facevamo prima della sosta natalizia, al fine di distanziarli secondo quanto riporta il protocollo. Per cui, le esercitazioni sono mutate tanto che abbiamo adottato solamente soluzioni individuali, preoccupandoci quindi di dare loro sempre più attenzioni singole.
Si parla di tre – o, al massimo, quattro – stazioni in cui si va a lavorare sul dominio palla per il miglioramento, sulla coordinazione e su passaggi con tiri in porta: una fase obbligata, ma per la quale dobbiamo sottolineare la collaborazione e comprensione dei genitori, dimostratisi disponibili ad accogliere tutte le occorrenze necessarie per svolgere l’attività in sicurezza».

Categoria Pulcini 2010
Tecnici-educatori: Filippo Cavazza, Maurizio Lo Bianco, Domenico Marra
«Attraverso la piattaforma Zoom, abbiamo tenuto la cadenza degli allenamenti che facciamo al campo, quindi due a settimana: c’è stata una buona risposta, noi tecnici abbiamo “ricambiato” offrendo esercizi dal punto di vista motorio con il materiale che avevano in casa, quindi è stato bello vedere quello che utilizzavano, come bottigliette d’acqua o sedie. Dopodiché, abbiamo fatto uso di video preparati con proposte analitiche composti ad hoc: per cui, una volta svolti, sono stati premiati al campo i ragazzi più meritevoli.
Se, a casa, non potevamo chiedere di stare davanti al dispositivo più di un’ora, sul campo – invece – abbiamo la possibilità di allenarli per un’ora e mezza e questo è un lato che, fortunatamente, sono tornati ad apprezzare. Poco conta se non possono giocare le partite o sfidarsi in uno contro uno, perché una volta terminato l’allenamento i ragazzi ci chiedono sempre: “Avete già finito?”».

Categoria Pulcini 2011
Tecnici-educatori: Cristina Cassanelli, Francesco Labellarte, Alessandro Spelorzi
«Durante gli allenamenti casalinghi non sono mancati gli esercizi coordinativi, utili a permettere loro di continuare l’attività fisica: per cui sono stati protagonisti anche i genitori, dato che – con il prezioso contributo concesso – ogni singolo piccolo atleta è stato guidato nell’utilizzo del dispositivo elettronico che faceva uso per mettersi in contatto con noi.
Ora, mancando la possibilità di svolgere allenamenti di tipo situazionale – come partitelle, o quantomeno esercizi in cui c’è contatto – il nostro obiettivo è quello di migliorare singolarmente l’atleta con proposte di esercitazioni oltre che coordinative, anche tecniche. Senza dimenticare l’aspetto psicologico: in poche parole, il nostro compito è quello di farli divertire sempre più e bisogna sottolineare quanto ci abbia dato soddisfazione trovare, ogni allenamento, un gran numero di ragazzi collegati».

Categoria Primi Calci 2012
Tecnici-educatori: Gianluca Bonetti, Alfonso Lobascio, Michele Marchesini
«Durante le vacanze natalizie abbiamo dato un po’ di “riposo” ai ragazzi, senza allenamenti tramite videochiamate, ma cercando di tenerli uniti con due giochi che tutte le categorie hanno riproposto: li abbiamo convolti nella lotteria, con l’aiuto di alcuni giocatori della Prima Squadra ad estrarre i numeri; poi, il “gioco delle coppie”, nel quale le foto di allenatori e dirigenti attuali dovevano essere affibbiate a quelle che le ritraevano da piccoli. Dobbiamo dire che è stata apprezzata anche dai genitori, e ovviamente per i vincitori abbiamo donato dei gadget del Bologna.
Per quanto riguarda la ripresa degli allenamenti, avendo a che fare con bambini di 8-9 anni, l’aspetto ludico rimane il centro dell’allenamento, per cui facciamo del nostro meglio al fine di impostare esercitazioni che riescano a farli migliorare sotto tutti i punti di vista, non solo tecnici, ma anche nel rispetto delle regole e dei compagni di squadra.
Ci ha riempito di felicità rivedere i 40 piccoli atleti correre dietro un pallone, la cosa più bella che ci hanno detto al ritorno in campo è stata che tutto questo mancava loro tantissimo, come d’altronde mancava anche a noi».

Categoria Primi Calci 2013
Tecnici-educatori: Massimo Ventura, Enrica Bassi, Michele Marchesini, Leonardo Zannarini
«Nonostante la temperatura abbastanza pungente, avevamo tanta voglia di ricominciare ad allenarci e di rivedere i nostri piccoli calciatori, perché in questi mesi a causa di ovvie forze maggiori ci siamo visti abbastanza a singhiozzo. Proprio per questo, abbiamo cercato di focalizzarci su due aspetti: il primo riguarda il comportamento ed il rispetto delle regole all’interno di un gruppo – in quanto dopo un periodo di inattività è sicuramente un tassello da sottolineare –; il secondo, invece, riguarda l’attività in campo.
Nel periodo di vacanze natalizie, noi mister ci siamo confrontati per cercare di modificare la programmazione iniziale in base agli aspetti che ritenevamo carenti dopo i primi quattro mesi, sempre con grande attenzione alle normative anti-Covid. Abbiamo deciso di iniziare proponendo esercitazioni ludiche e tecniche semplici per riacquistare confidenza con il pallone, e l’obiettivo è quello di creare proposte il più simili al contesto di gioco, nella speranza di poter tornare a giocare il prima possibile una vera e propria partita: questa è la richiesta che ci fanno i nostri bambini ad ogni allenamento».


Categoria Piccoli Amici 2014
Tecnici-educatori: Thomas Vignali, Fabio Montebugnoli, Alessandro Spelorzi
«Comincia in questi giorni la terza settimana di allenamenti dopo le feste e, nonostante le basse temperature, abbiamo sempre tanti presenti a ogni seduta. Stiamo provando anche ad allenarci al sabato e la domenica ad orari del giorno più caldi, e a questo proposito ringraziamo le famiglie che si dimostrano sempre molto disponibili. I piccoli atleti sono sempre quelli di inizio anno: hanno tantissima voglia di fare e di giocare, e stiamo cercando di farli immedesimare in una squadra di Serie A, proponendo gare di tiro, passaggio e altri fondamentali, con l’obiettivo di sostituire la partita finale e fare in modo che si divertano lo stesso tantissimo».


Categoria Piccoli Amici 2015
Tecnici-educatori: Marinunzia Castronuovo, Angela Muscella
«È rassicurante tornare sul rettangolo verde, fare due allenamenti a settimana dà quel senso di normalità che manca da molti mesi. Purtroppo sono ancora tante le cose che dobbiamo evitare per la loro sicurezza e la nostra, ma c’è voglia di ritornare a superare un avversario, di giocare e vincere una partita. Ogni volta che entrano in campo i bimbi ci chiedono speranzosi: “Ma oggi facciamo il calcio? Quello vero con la partita?”, e dover dire sempre di no pesa tanto, perché in quel “vero” detto da un bambino di cinque anni c’è un mondo. Vorremmo rispondere sempre “sì”, perché abbiamo tutti voglia di tornare a fare quello che amiamo. Nonostante le limitazioni e i divieti, però, i bimbi vengono al campo con il sorriso e con la voglia di fare. Si impegnano, si divertono e noi torniamo a casa soddisfatti».



Source link

About The Author

Related posts