TOMMASO DI FUSCO – IL PORTIERINO DAL SOGNO AQUILOTTO

TOMMASO DI FUSCO – IL PORTIERINO DAL SOGNO AQUILOTTO


DI FUSCO – Tutto Calcio Giovanile si occupa delle categorie Nazionali Under 15, 16, 17, 18 (A-B e Lega Pro), Primavera 1, 2 e 3.

GIOVANI TALENTI- TOMMASO DI FUSCO IL PORTIERINO DAL SOGNO AQUILOTTO

In questi giorni in Italia si sta celebrando il capolavoro compiuto da “Gigio Donnarumma”, eroe assoluto nella vittoria della Nazionale italiana negli ultimi Europei con ben due rigori parati nella finale di Wembley contro i padroni di casa. Un risultato che forse una volta per tutte potrebbe ripristinare, anche tra i più giovani, l’importanza di ricoprire il ruolo di portiere.

La storia che vogliamo raccontarvi oggi è quella di Tommaso Di Fusco, talentino classe 2003 nato ad Agosta in provincia di Roma, la cui vocazione è sempre stata quella di disinnescare gli attaccanti avversari. La sua carriera inizia ad appena sei anni quando si iscrive presso la scuola calcio “Subiaco”, dove resterà appena due anni.

di fusco

Solo ventiquattro mesi perchè sin da subito si accorgono di lui e del suo valore alcuni osservatori della Lazio che decidono di accaparrarsi il ragazzo. E qui inizia un percorso addestrativo molto duro e impegnativo per tutta l’attività di base. Dai Pulcini sino ai Giovanissimi Regionali Di Fusco può contare di profili per lui molto importanti nella sua crescita, dal preparatore dei portieri Matteo Bo navolontà a Cristiano Viotti, Vincenzo Saccoccio e Gino De Luca.

clicca qui per altri articoli Giovani Promesse

Nel 2017 il club biancoceleste ritiene che Di Fusco sia il profilo giusto per continuare all’interno della propria cantera e così viene “blindato” con un contratto da “giovane di serie” e l’immediato inserimento nell’Under 15 di Tommaso Rocchi. Inizia la stagione e, tra alti e bassi, la Lazio non si qualifica per i play off, ma il ragazzo sente su di sè tanta fiducia sia dal mister che dallo staff.

Di Fusco è un portiere mancino di un metro e ottantacinque centimetri, molto sicuro nelle uscite alte e nel gioco coi piedi. Molto bravo nel guidare il reparto difensivo e apprezzato per le sue qualità caratteriali, il ragazzo ha ancora margini di miglioramento nelle prese basse.

di fusco

L’anno successivo per Di Fusco arriva la promozione in Under 16 guidata da coach Marco Alboni, che disputa un’ottima stagione culminata con la qualificazione ai play off Scudetto. Nel 1° turno la squadra batte il Bologna 1-0 con Di Fusco che mantiene inviolata la porta. Nella sfida successiva gli aquilotti devono però arrendersi per 2-1 all’Atalanta, dopo un’autentica battaglia in trasferta al centro sportivo di Zingonia. Nella stagione 2019/20 il ragazzo continua la sua “scalata” aggregandosi all’Under 17 di mister Fratini, ma questa è la stagione forse più difficile per il “ragazzotto” di Agosta.

clicca qui per altri articoli Giovani Promesse

Infatti Di Fusco, complice qualche piccolo infortunio e una concorrenza agguerrita, stavolta non sarà titolare indiscusso nel ruolo. A un certo punto, per non fermare il processo di crescita del portierino, si era valutato anche un prestito altrove, ma alla fine l’operazione non si farà.

di fusco

Dopo un 2020 davvero “horribilisper tutto il calcio giovanile, quest’anno Di Fusco ha ritrovato in Under 18 il “suo allenatore”, quel Tommaso Rocchi che tre anni prima gli aveva affidato le chiavi della retroguardia nella categoria Under 15 A-B. E il ragazzo si riprende rapidamente la titolarità della porta, riguadagnandosi quel pizzico di fiducia che dodici mesi prima aveva un attimino smarrito.

clicca qui per altri articoli Giovani Promesse

La prossima per Di Fusco sarà probabilmente l’undicesima stagione consecutiva con la “camiceta” biancoceleste cucita sul petto, un vero e proprio matrimonio non consacrato che sembra destinato a durare a lungo ancora.
Nella società in cui una delle più importanti bandiere è stato il portiere Luca Marchegiani, per Di Fusco sognare non costa nulla…

Articolo a cura di Marco Lepore

di fusco



Source link

About The Author

Related posts