Tracce di Cholismo sul Pianeta Atlético Madrid

Tracce di Cholismo sul Pianeta Atlético Madrid


La vittoria dell’Atlético Madrid sul Liverpool richiama gli anni d’oro de Cholismo: riuscirà SImeone a ritrasmettere quelle sensazioni?

Di:

19 Febbraio 2020 Alle 16:56

Håland e il Borussia Dortmund hanno catturato l’attenzione della prima notte di ottavi di Champions League: più di impatto i gol, i numeri e il contorno. Quasi da far dimenticare il grande evento della serata di Champions League, il clamoroso KO del Liverpool, appena il terzo in tutta la stagione. Ma se il primo contro il Napoli è stato indolore e comunque all’interno di un cammino mai effettivamente in pericolo, e il secondo arrivato in circostanze abbastanza assurde con una squadra di Under 23 schierata in campo, questo rischia di far male. Perché il Liverpool rischia seriamente l’eliminazione in Champions League, dopo aver rispolverato il termine Cholismo dal vocabolario della competizione.

Forse solo un colpo a vuoto, o forse una situazione difficile da cui uscire. Perché l’Atlético di quest’anno non è certo quello degli anni migliori, quello delle due finali di Champions, dell’Europa League e della Supercoppa Europea vinte. Una squadra diversa, all’anno zero di una nuova era cominciata forse con meno aspettative. Eppure nelle partite europee (in campionato ancora il feeling con gli scontri diretti rimane un tabù), soprattutto in casa, ha ancora qualcosa da dire: lo ha fatto sentire alla Juventus nel girone, lo ha dimostrato pienamente contro il Liverpool in questa andata del Metropolitano.

atletico madrid cholismo

(Photo by Angel Martinez/Getty Images)

Un anno fa la vittoria fu anche più ampia e poi andò a finire malissimo contro la Juventus, ma come detto questa è una squadra totalmente differente, nelle persone in campo e anche nelle aspettative. Ciò che non cambia però è quel tipo di organizzazione e di carattere su cui Simeone ha costruito la propria identità. Chiamatelo Cholismo, o come volete, ma l’Atlético anche in un anno difficile come questo ha qualcosa da dire: in campionato vince poco, segna pochissimo, ma ha una grandissima affidabilità difensiva, grazie soprattutto al santone che ha tra i pali.

Da questa certezza è partita l’impresa del Wanda; il gol fortunoso in avvio ha aiutato, ma poi la squadra ha corso pochi pericoli, si è chiusa, a tratti in maniera eccessiva, ma ha saputo difendere quel vantaggio che visti i recenti risultati sembrava impronosticabile. La distanza dalla squadra del 2016 è ancora abissale, quella era in grado di portare una pressione intensissima giocando molto più alta con le linee, quella di oggi invece deve essere più prudente, a tratti frustrante visto come è stato dipinto l’Atlético dai tabloid inglesi nei commenti della partita.

Però a oggi è l’unico modo per giocarsela contro il Liverpool, imbattibile in campionato, ma vulnerabile in Europa, soprattutto in partite difficili come questa. Il ritorno potrebbe sembrare già l’annuncio di una nuova rimonta: d’altronde l’Atlético l’anno scorso l’ha subita dalla Juventus e il Liverpool l’ha inventata contro il Barcellona, ma le prime tracce di Cholismo sul Pianeta Atlético possono quantomeno far sperare nel miracolo.





Source link

About The Author

Related posts