Un buon Bologna batte l’Atalanta e conquista 3 punti d’oro per la classifica

Un buon Bologna batte l’Atalanta e conquista 3 punti d’oro per la classifica

Un Bologna che finalmente torna a vincere in casa, un Bologna che ha affrontato un’Atalanta reduce da un grande impresa in Coppa e con alcune defezioni, ma un’Atalanta che, comunque, è arrivata a Bologna per fare la sua partita senza risparmiarsi, perché aveva fame di punti persi in campionato.

Sinisa, attivo più che mai a bordo campo, si arrabbia, calcia le bottigliette d’acqua, insomma sta meglio e ne siamo contenti, come sta meglio anche il Bologna che scende fin dai primi minuti in campo con un altro spirito.

Le formazioni giocano a viso aperto, come è nel DNA dei loro allenatori, e finalmente vediamo i ragazzi in maglia rossoblu, pressare, e fare la “guerra” in ogni parte del campo.

L’Atalanta è pericolosa specie in contropiede, ma ad andare subito in vantaggio e sbloccare la partita è il Bologna al 12′ su un tiro imprendibile di Orsolini, che fa un

bella incursione in area, il palo gli nega la gioia, ma Palacio, come un condor, dall’ area di rigore la butta dentro.

A questo punto, le due squadre giocano a ritmi a dire il vero non troppo elevati, anche se è il Bologna a cercare di tenere il possesso del giro palla, ma prima della fine del primo tempo per la precisione al 40′ è Pasalic a mangiarsi un goal, e tutto lo stadio tira un vero e proprio sospiro di sollievo.

La ripresa si apre bene per il Bologna, meglio dire davvero alla grande, perché dopo pochi minuti, esattamente al 53′, c’è il gol del nostro Poli.

Cross di Tomiyasu, Poli anticipa Palomino e di testa supera Gollini sul secondo palo.

A questo punto il Bologna sul 2-0 respira a pieni polmoni.

Purtroppo passa poco da questa serenità ed arriva il goal dei Bergamaschi al 59′ con Malinovskyi che, ben imbeccato da Barrow, batte Skorupski con un tiro sotto le gambe.

A questo punto l’Atalanta riprende sicuramente coraggio, mentre il Bologna cerca di resistere come può.

Significativo il salvataggio della nostra porta dello stesso Danilo al 68′ dopo un pallonetto maledetto sempre di Barrow, che poi ci riprova all’87’, ma per fortuna non segna.

Per mettere ulteriore suspense alla possibile vittoria del Bologna, ecco anche il nostro Danilo, reo di aver commesso due falli da cartellino a distanza di pochi minuti, il secondo come tutti sapete comporta il rosso diretto per il difensore brasiliano del Bologna, che all’88’ lascia così i suoi ragazzi in 10 contro 11. Il tempo di recupero sembra non finire mai, sono 4 minuti eterni, ma alla fine, dopo il triplice fischio finale, scoppia una festa pazza.

I Sinisa boys conquistano una vittoria di prestigio e di importanza capitale per la classifica, perché dopo aver lasciato tanti punti per strada, purtroppo occorre guardarsi sempre dietro per non essere invischiati in una lotta salvezza, piani ben diversi a inizio stagione, ma tutti noi confidiamo a Gennaio nei rinforzi che ci potrebbero davvero dare quella spinta in più per fare il famoso salto di qualità. Però per questa domenica siamo felici ugualmente così.

 

 

Bologna Atalanta 2-1: risultato e tabellino

Rete: 12′Palacio, 53′Poli, 59′ Malinovskyi

Bologna (4-3-3): Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Dzemaili, Medel (62′Svanberg), Poli; Orsolini (90′Mbaye), Palacio (81′Santander), Sansone. A disp. Da Costa, Olsen, Sarr, Paz, Mbaye, Destro, Schouten All. Mihajlovic.

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Palomino, Toloi; Castagne (63′Hateboer), De Roon, Freuler (52′Barrow), Gosens; Malinovskyi, Pasalic; Muriel (82′Colley). A disp. Rossi, Sportiello, Masiello, Piccoli, Ibanez. All. Gasperini.

ARBTIRO: Massa

AMMONITI: Pasalic, Orsolini, Sansone, Palacio.

ESPULSO: Danilo

Danilo Billi

About The Author

Related posts